Disagi per la neve nelle Marche ma le strade sono tornate tutte transitabili

Disagi per la neve nelle Marche ma le strade sono tornate tutte transitabili

ANCONA – Marche sotto la neve, come era nelle previsioni. I Vigili del fuoco sono stati impegnati un po’ ovunque per fronteggiare le molte richieste giunte alla Sala Operativa.

Le maggiori criticità si sono avute nelll’entroterra. Ad Arcevia, ad esempio, la neve ha superato i 20 centimetri. Un centinaio gli interventi effettuati in tutta la regione. Interventi dovuti ad alberi caduti ed auto finite fuori strada a causa della neve.

Dopo la nevicata di questa mattina, il miglioramento delle condizioni meteo ha favorito il lavoro del personale dell’Amministrazione comunale di Ancona impegnato nel rendere transitabili le strade soprattutto delle frazioni.

Da stamattina, ad Ancona, sono infatti operativi 12 operai, 8 tecnici e una ditta che, con un dirigente del servizio verde-ambiente, sta operando su alcuni alberi danneggiati dal maltempo che creano problemi alla circolazione.

Già alle 6 erano partiti 5 mezzi di cui 4 con lama spazzaneve e spargisale e 1 solo spargisale, concentrati sulla viabilità delle frazioni per consentire anche il transito dei mezzi del trasporto pubblico a seguito anche delle segnalazioni di Conerobus. Nel pomeriggio sono stati anche ripristinati i collegamenti con l’entroterra con l’extraurbano.

Questa sera, alle 22, si ripartirà per la salatura del fondo stradale, in particolare negli itinerari principali oltre all’ Asse Nord-Sud, accesso agli ospedali, discesa dell’Università e tutte le strade per le frazioni.

Per la notte le previsioni meteo prevedono un abbassamento delle temperature con ulteriori gelate. Vista quindi la formazione del ghiaccio si raccomanda ai cittadini la massima prudenza e attenzione. Ad Ancona la situazione più critica è stata registrata a Candia.

A Montemarciano l’Amministrazione comunale ha fatto installare dei gazebo davanti alle scuole per proteggere maggiormente gli studenti prima dell’ingresso in aula.

Problemi si sono comunque registrati in tutta la regione. A Fano l’attività di spargimento sale è iniziata alle 5 di questa mattina e si è protratta fino alle 10. Dalle 7 del mattino sono in funzione due macchine spazzaneve che stanno rimuovendo tutti gli accumuli nevosi nei tratti stradali della città. Gli impegni profusi e le unità attivate dall’amministrazione sono stati proporzionali all’intensità e alla dimensione del fenomeno metereologico e alla sua estensione.

Le zone più colpite sono state quelle di Montegiove, Carignano e Cannelle. Le arterie stradali cittadine, sia urbane che periferiche, sono state rese regolarmente percorribili al traffico.

A causa di un albero caduto sulla sede stradale, dopo la nevicata delle scorse ore, e che ha finito per ingombrare l’intera carreggiata, la Polizia locale del Comune di San Severino Marche ha chiuso un tratto di via Bramante, nei pressi della pista di pattinaggio. I disagi per gli automobilisti sono stati limitati giusto il tempo necessario per la rimozione del pericolo.

Rami spezzati, sempre a causa della nevicata, sulla strada di collegamento con la frazione di Marciano. Diversi gli interventi che hanno tenuti impegnati gli agenti della Polizia locale e gli operai dell’ufficio Manutenzioni del Comune vista la vastità del territorio settempedano ma tutti fortunatamente risolti nel giro di poco tempo.

La Protezione Civile regionale ha anche diramato un nuovo avviso di condizioni meteo avverse per vento forte e mare valido per tutta la giornata di domani, domenica.

La presenza di una depressione sul mar Jonico e, successivamente, Egeo, favorirà l’afflusso di correnti orientali di forte intensità lungo le nostre coste.

QUI SOTTO un video:

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: