Ascoli, quali prospettive per la seconda parte di stagione?

Ascoli, quali prospettive per la seconda parte di stagione?

ASCOLI – Non è stata una prima parte di stagione particolarmente felice per l’Ascoli che si ritrova a lottare per non retrocedere ma che, come evidenziano le quote NetBet scommesse, ha tutte le carte in regola per centrare l’obiettivo stagionale della salvezza diretta.

Per il proseguo della stagione le attenzioni sono tutte rivolte su un calciatore che può fare la differenza in casa Ascoli. Stiamo parlando di Federico Dionisi che con il rigore segnato contro il Frosinone ha raggiunto la prestigiosa quota di 100 reti nel campionato di Serie B (playoff esclusi). Il 33enne attaccante reatino, che lo scorso 24 Gennaio ha firmato un contratto con il Picchio fino al 30 Giugno 2023, ha raggiunto Igor Protti al 17° posto della classifica all-time dei bomber cadetti guidata da Stefano Schwoch con 135 centri. I suoi gol, arrivati in 282 match di stagioni regolari, sono così suddivisi: 10 con la Salernitana, 35 con il Livorno, 52 con il Frosinone e 3 con l’Ascoli. Al suo bottino in B va aggiunta anche una rete, sempre con il Frosinone, in 13 gare di playoff.

Per ripartire alla ricerca di punti preziosi per la salvezza diretta l’Ascoli se la vedrà innanzitutto con la Reggiana. I 4 precedenti in Emilia nel torneo cadetto parlano di una vittoria dei granata (per 3-0 il 7 Gennaio 1973) e tre pareggi. Particolarmente dolce per i bianconeri il ricordo del 3-3 allo stadio “Mirabello” del 16 Giugno 1991 con i gol di Cvetkovic, Pergolizzi e Casagrande, un risultato che permise al Picchio di Sonetti di chiudere il campionato al quarto posto e di conquistare la promozione in Serie A.

L’unico successo dell’Ascoli a Reggio Emilia è datato 9 Novembre 2014, nella dodicesima giornata del girone B di Lega Pro. I bianconeri di Petrone, seguiti da mille tifosi, espugnarono il “Mapei Stadium” grazie alle reti di Pirrone ed Addae conquistando la vetta della classifica.

Non sarà della partita Simone Simeri, espulso al 49’ della ripresa “per avere, a giuoco fermo, colpito con un pugno al collo un calciatore della squadra avversaria”. Per questo motivo il calciatore dovrà scontare ben tre turni di squalifica. Simeri resterà a casa nelle sfide contro Reggiana, Salernitana e Pordenone e tornerà a disposizione il 2 marzo nel match salvezza al Del Duca contro il Pisa.

L’arrivo di Sottil

Dopo l’esonero di Zanetti la dirigenza ascolana ha affidato la panchina all’ex difensore Sottil che è riuscito a entrare nella mente dei suoi ragazzi che, di colpo, sono tornati a credere nel raggiungimento della salvezza. La vittoria casalinga contro il Brescia che fa il paio al pareggio conquistato sul difficile campo del Chievo Verona, ha improvvisamente rilanciato in classifica la compagine ascolana che ora dista dalla zona salvezza diretta soli tre punti. Il difficile, tuttavia, viene ora in quanto da qui in poi l’Ascoli dovrà trovare quella continuità di risultati richiesta per conquistare la permanenza in cadetteria.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: