Troppi positivi al Covid, Fermignano chiede alla Regione l’immediato inserimento negli screening di massa

Troppi positivi al Covid, Fermignano chiede alla Regione l’immediato inserimento negli screening di massa

FERMIGNANO – Il Consiglio comunale di Fermignano ha chiesto oggi alla Regione di inserire, da subito, il Comune negli screening di massa per il Covid-19.

La decisione è stata presa in quanto, attualmente, i cittadini positivi sono 140 (dato aggiornato alla tarda mattinata di oggi).

Il sindaco, gli assessori ed i consiglieri comunali hanno scritto al presidente della Giunta regionale delle Marche Francesco Acquaroli e all’assessore alla Sanità Filippo Saltamartini. lettera inviata, per conoscenza, al Prefetto della Provincia di Pesaro e Urbino dott. Vittorio Lapolla e al direttore del Servizio Igiene e Prevenzione AV1, dott. Eugenio Carlotti.

“Gent.le Presidente – si legge nella lettera – nei giorni scorsi abbiamo appreso con piacere dalla stampa che, dal 18 dicembre 2020, la Nostra Regione promuoverà una campagna di screening di massa per individuare il contagio da COVID-19.

“In questi giorni, la Città di Fermignano – 8.500 abitanti di cui ci facciamo portavoce – sta subendo un forte aumento di contagi da coronavirus, tantoché i casi, in poco tempo, sono passati da 11 a 140 (fonte dati ASUR) con alcuni pazienti ospedalizzati.

“I numeri sono quattro (4) volte superiori ai contagi di alcuni comuni limitrofi che presentano una popolazione simile alla nostra, e con ASUR nei giorni scorsi è stata verificata la presenza di 33 casi indice e di numerosi cluster famigliari, che hanno provocato un aumento del numero di casi nel giro di pochissimi giorni ad oggi in crescita.

“Fermignano è una realtà fortemente industrializzata, con oltre 2500 operai che provengono da ogni parte della provincia di Pesaro e Urbino e da fuori regione e, seppur le aziende abbiano applicato in modo eccellente i protocolli anti-COVID, rimane comunque difficile poter controllare tutti coloro che si muovono all’interno della nostra realtà.

“Questa mattina, dopo uno dei colloqui quotidiani tenuti con il dipartimento di igiene e prevenzione dell’Area Vasta 1, e dopo la convocazione di tutti i consiglieri comunali si propone anche su indicazione del dirigente del servizio, di includere da subito il nostro comune nella campagna di screening di massa che la nostra regione attiverà dal 18 dicembre.

“Attraverso tale screening potremmo individuare chi, purtroppo, è stato contagiato dal virus, metterlo in quarantena e, finalmente, far abbassare la curva dei contagi nel nostro territorio.

“In aggiunta a questo Le chiediamo di valutare eventuali altre misure necessarie a contenere l’aumento dei contagi in concertazione con l’amministrazione scrivente.

“Contando nel Suo impegno nel poterci aiutare ad abbassare l’indice di contagio nella nostra realtà, restiamo in attesa di una Sua gentile risposta”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: