Una sanità più vicina ai cittadini: soddisfazione dell’Udc di Cagli

Una sanità più vicina ai cittadini: soddisfazione dell’Udc di Cagli

CAGLI – La recente e positiva notizia che il presidente della Regione Marche Acquaroli ha dato incarico all’assessore alla sanità ed a quello alle infrastrutture di iniziare un percorso di analisi e valutazione di tutte le strutture ospedaliere delle Marche per renderle più efficienti e vicine alle reali esigenze di ogni territorio è stata accolta con favore dall’Udc di Cagli ed è la conferma che il passato Piano Sanitario Regionale si è rivelato inadeguato e fallimentare come chiaramente fatto capire dagli elettori marchigiani nell’ultima tornata elettorale.

Va da sé che si spera che logicamente per “strutture ospedaliere” si intendano non solo gli ospedali ancora aperti, ma anche le strutture chiuse in questi anni dalle cervellotiche scelte di Ceriscioli, come sono nella nostra provincia quelle di Cagli, Fossombrone e Sassocorvaro, strutture svuotate di servizi ospedalieri pubblici essenziali aggravando i problemi per tanta parte del territorio provinciale.

Proprio nei giorni scorsi i rappresentanti dell’Udc di Cagli assieme al presidente provinciale del partito i quali erano ad Ancona per un precedente incontro con il presidente del Consiglio regionale  Dino Latini avevano avuto l’opportunità di incontrare in maniera inaspettata e fortuita l’assessore alla sanità Filippo Saltamartini mentre si apprestavano negli stessi momenti a lasciare il parcheggio adiacente al palazzo della Regione e che molto cordialmente aveva acconsentito a dedicare loro alcuni minuti.

Alla breve e sintetica relazione sulle problematiche delle zone interne e del cagliese relative la richiesta di ripristino di servizi ospedalieri dei base, di un PPIh24, Chirurgia breve e potenziamento dell’emergenza urgenza comune anche agli altri due nosocomi chiusi Saltamartini ha dato assicurazioni confortanti.

“Ci ha ascoltati con attenzione anche se si è trattato di pochi minuti – ha detto il presidente Udc Mei (nella foto con Acquaroli) – ma ha rassicurato che la Giunta regionale e la nuova maggioranza appena affrontate le pressanti problematiche relative l’emergenza Covid  intendono dedicarsi come priorità prevista dal programma alla situazione relativa la sanità sul territorio e alle strutture ospedaliere valutando le esigenze dei cittadini di avere una sanità vicina ed efficiente e questa valutazione delle strutture ora annunciata da Acquaroli ne è la riprova”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: