Con le giornate Fai si va alla scoperta della storia e delle bellezze di Genga

Con le giornate Fai si va alla scoperta della storia e delle bellezze di Genga

GENGA – Dopo il successo in termini di presenze ottenuto nello scorso week end nelle giornate FAI di Autunno, si replica anche sabato 24 e domenica 25 ottobre per l’ultimo appuntamento promosso dal Fondo Ambiente Italiano nella frazione di Pierosara di Genga.

“Come amministrazione comunale possiamo dirci soddisfatti dalla risposta ricevuta da moltissimi visitatori ed escursionisti che nello scorso week end sono intervenuti per conoscere la storia dell’antico castrum longobardo, la leggenda dei due sfortunati amanti Piero e Sara, le emergenze monumentali, storico-artistiche conservate nel piccolo borgo ed ammirare dall’alto suggestivi scorci panoramici che spaziano dalla Gola della Rossa alla Gola di Frasassi.

“Tempo permettendo e nel rispetto delle norme anti contagio, ci auguriamo possa realizzarsi l’ennesima occasione di valorizzazione del nostro patrimonio culturale e naturalistico, che già presenta nel nostro territorio le celeberrime Grotte di Frasassi, l’Abazia romanica di San Vittore delle Chiuse con annesso il museo Speleopaleontologico, il Santuario della Beata Vergine di Frasassi con il tempio del Valadier, il borgo di Genga con relativo museo Arte Storia e Territorio e i sentieri escursionistici, le falesie di arrampicata e le numerose cavità carsiche presenti all’interno del Parco Regionale della Gola della Rossa e di Frasassi” dichiara il vice sindaco e assessore al turismo e alla cultura del Comune di Genga, professor David Bruffa. Nell’ultimo appuntamento previsto per il fine settimana, i protagonisti saranno ancora gli studenti del Liceo Artistico “Edgardo Mannucci”, del Liceo Classico “Francesco Stelluti”, del Liceo Scientifico “Vito Volterra” e dell’Istituto di Istruzione Superiore “Morea-Vivarelli” di Fabriano, le guide di eccezione che accompagneranno i visitatori alla scoperta del borgo medievale nei week end del 24-25 ottobre, con orari per il sabato dalle 15:00 alle 18:00 e per la domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00, previa prenotazione al sito www.fondoambiente.it/luoghi/pierosara?gfa, tel. 329 8655859.

In particolare domenica 25 ottobre, le visite guidate saranno integrate con l’escursione naturalistica presso il Sentiero dell’Aquila, con ritrovo a Pierosara alle ore 09:30 (prenotazione al sito www.appenninoincoming.it, tel. 349 9090348), mentre a partire dalle ore 10:00 saranno esposte ed illustrate al pubblico, nella piazza Coriolano Bruffa, antiche armi longobarde a cura di MF riproduzioni storiche – 2007, il tutto accompagnato dalla lettura del romanzo inedito “Nì nell’aria” di Tullio Bugari con relativa canzone “Sara la bella” composta da Silvano Staffolani e Lorenzo Cantori.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: