L’Udc guarda al territorio: approfondita a Cagli la proposta di legge sulle aree montane

L’Udc guarda al territorio: approfondita a Cagli la proposta di legge sulle aree montane

CAGLI – Continua l’attività politica in provincia dell’Udc che questa mattina (sabato 4 Luglio) ha organizzato la presentazione a Cagli presso la sala del ridotto del Teatro comunale della Proposta di Legge regionale “interventi a favore delle aree interne e montane” presentata dal consigliere dell’Udc Luca Marconi. L’incontro, come evidenziato dagli interventi, ha destato l’interesse degli amministratori comunali e del pubblico presente .

Lo scopo della proposta di Legge è quello di dare un aiuto economico agli Enti Locali da indirizzare al mantenimento di servizi essenziali nelle aree periferiche e montane quali: sportelli bancomat, servizi farmaceutici, ma anche attività commerciali, edicole etc ed utilizzare anche la presenza di uffici postali che ancora sono presenti in quasi tuti i comuni della regione.

Aperta dai saluti di Marcello Mei, Presidente Provinciale dell’Udc e di Davide DelVecchio Commissario provinciale, la riunione è proseguita poi con l’illustrazione del provvedimento che è attualmente in discussione in commissione regionale, la relazione è stata affidata al presentatore il capogruppo Udc in Consiglio regionale Luca Marconi.

Interessante l’intervento, con spunti e sollecitazioni, di Alberto Alessandri Presidente della Unione Montana del Catria e Nerone il quale ha posto l’accento sule necessità degli enti montani. Ultimo il Senatore Antonio Saccone, commissario regionale del partito dello scudocrociato il quale ha ricordato l’importanza di questi momenti di confronto sul territorio e con gli amministratori locali.

Spazio poi agli interventi non programmati, nel corso del dibattito sono stati evidenziati anche i temi relativi i collegamenti con Gubbio e l’Umbria e soprattutto le problematiche legate alla carenza di servizi ospedalieri di base sul territorio, che anche la recente emergenza sanitaria a posto in luce evidenziando la necessità di servizi ospedalieri di base diffusi.

Tra gli altri l’intervento di Stefano Mei il quale ha allargato il discorso ponendo l’accento sulla negatività del taglio dei Parlamentari che provocherà anche la mancata presenza di rappresentanti in Parlamento delle aree meno popolose come quelle interne aumentando così le difficoltà dei territori periferici e meno popolosi.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: