Luciano Galeotti chiede al sindaco di Corinaldo di intensificare i controlli per contenere il Covid

Luciano Galeotti chiede al sindaco di Corinaldo di intensificare i controlli per contenere il Covid

CORINALDO – Con una lettera inoltrata al sindaco e, per conoscenza, a tutti i consiglieri comunali, Luciano Galeotti, capogruppo di “In movimento-Corinaldo c’è”, ha sollecitato misure più adeguate per cercare di contenere il diffondersi del coronavirus nel territorio comunale. Galeotti fa presente al sindaco che molti concittadini hanno più volte sottolineato il fatto che i visitatori che affollano il centro storico sono spesso sprovvisti dei dispositivi e non ottemperano alle più elementari disposizioni.

“Nell’ultimo periodo – scrive Luciano Galeotti – i bollettini quotidiani narrano di un continuo aumento dei contagi da coronavirus nella nostra Italia. Purtroppo le misure messe in atto sembrerebbe non vengano attuate nella maniera regolamentata e dall’altra parte molti cittadini negazionisti non osservano le disposizioni volte a contrastare la diffusione ed il contagio da Covid 19.

“Nello specifico intendo segnalare, per quanto mi è dato di constatare ed in riferimento alle diverse segnalazioni recepite dai nostri concittadini, un uso improprio o un non uso dei dispositivi necessari ad impedire la diffusione del virus, in particolare la mascherina, molti visitatori, turisti, percorrono il centro storico e l’abitato in genere, totalmente sprovvisti di questo importante e necessario dispositivo e frequentano i locali in ampia libertà non osservando il distanziamento necessario, in diversi casi con il beneplacito dei gestori.

“Tale superficialità come detto – aggiunge Luciano Galeotti -, sta facendo incrementare il numero dei contagi in tutta la penisola. Colgo l’occasione per ricordarle da vicino il caso occorso nel comune di Montecopiolo, un piccolissimo comune, non distante dal nostro, oggetto di un focolaio che rischia di compromettere il grande lavoro svolto, nella nostra regione, dagli addetti, nello specifico chiaramente dal personale sanitario, per leggerezze imputabili a pochi.

“Pertanto, con la presente, sono a richiederle – scrive ancora Galeotti al sindaco di Corinaldo – di intensificare gli sforzi rivolti al controllo ed alla prevenzione, soprattutto nei riguardi dei visitatori che hanno intensificato la loro presenza nel nostro comune per ragioni connesse allo stato di emergenza da coronavirus, e per quanto stabilito dal nostro statuto comunale nel ruolo di sua competenza di garante della sicurezza ed incolumità dei corinaldesi e in riferimento all’art.26 comma 7 dello Statuto comunale con il quale le viene conferita la potestà di emanare atti e provvedimenti idonei in materia di sanità e di igiene pubblica.

“Vorrei inoltre richiederle, dalla data della presente, l’ufficializzazione e la pubblicazione dei dati relativi alla diffusione del virus Covid-19 che interessano il nostro comune, numero di contagi, numero di morti legate al virus ecc. nel rispetto del principio democratico della trasparenza, dati che andrebbero quindi divulgati tramite i canali consueti che questo Ente utilizza abitualmente”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: