“La Diabetologia deve uscire dagli Ospedali e tornare sul territorio”

“La Diabetologia deve uscire dagli Ospedali e tornare sul territorio”

Occorre realizzare un’effettiva gestione integrata tra i centri specialistici, i medici e i pediatri. Interessante incontro a Senigallia

SENIGALLIA – Telemedicina, rapporti tra il diabete e lo sport, distribuzione dei medicinali a domicilio, risorse da aumentare per i nuovi farmaci e le nuove tecnologie, maggiore sviluppo dell’educazione terapeutica. Questo e molto altro sul tavolo di lavoro dell’assemblea generale annuale della Federazione regionale delle associazioni di tutela dei diritti dei diabetici marchigiani ATDM.

Ad aprire i lavori il presidente ATDM Emilio Augusto Benini che ha esposto i principi ispiratori del “Manifesto delle persone con diabete” pubblicato, nel novembre 2019, dalla Federazione stessa e spedito a tutti i comuni delle Marche, il documento ora ha acquisito anche un valore nazionale. L’assemblea ha posto l’accento sul fatto che a diversi anni dalla pubblicazione della legge regionale n.9/2015 ancor oggi il Dipartimento regionale di diabetologia non ha raggiunto la sua piena capacità gestionale nell’affrontare e risolvere le varie problematiche.

Il presidente ha sottolineato che “La Diabetologia deve uscire dagli Ospedali e tornare sul territorio e realizzare un’effettiva gestione integrata tra i centri specialistici, i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta. Così facendo si favorisce anche lo sviluppo della prevenzione”.

L’incontro si è tenuto nella sede dell’Associazione Culturale Augusto Bellanca grazie all’organizzazione del presidente dell’associazione dei diabetici di Senigallia Pasquale Bencivenga.

All’assemblea ha portato i saluti il sindaco della città Maurizio Mangialardi.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: