“Esempio di sport e di vita”, cordoglio per la morte di Ottaviani

“Esempio di sport e di vita”, cordoglio per la morte di Ottaviani

Il campione del mondo di Atletica Master si è spento a 104 anni, era stato nominato Commendatore dell’ordine al merito della Repubblica Italiana. Il presidente del Coni Fabio Luna: “Giuseppe è stato non solo un testimonial d’eccezione della cultura e dei valori sportivi, ma un maestro di vita”. Il presidente della provincia di Pesaro Urbino Giuseppe Paolini: “Ha dato a tutti noi una grande lezione di vita ed è stato un esempio anche per le giovani generazioni”

ANCONA – Si è spento a Sant’Ippolito, dove era nato il 20 maggio 1916 Giuseppe Ottaviani, campione mondiale di Atletica Master e uomo dei record sportivi e non solo. Aveva 104 anni. Le prime vittorie arrivano nel 2011 nel salto in lungo M95 e nel triplo, mentre nel 2014 è diventato l’atleta italiano con il maggior numero di vittorie in un’unica manifestazione iridata (10 medaglie d’oro ai Mondiali master indoor di Budapest) e nel 2016 il portacolori del Gs Effebi Fossombrone è stato il primo italiano a gareggiare nella categoria M100 in una rassegna nazionale.

Lo scorso anno Ottaviani ha ricevuto il titolo di Commendatore dell’ordine al merito della Repubblica Italiana e poi ha partecipato agli Europei master di Jesolo.

Alla sua famiglia il cordoglio del presidente del CONI Marche, Fabio Luna, e di tutto il Comitato regionale. «Con Giuseppe se ne va un pezzo di storia dello sport e di tutta la nostra regione – afferma il presidente Luna –. Giuseppe è stato non solo un testimonial d’eccezione della cultura e dei valori sportivi, ma un esempio di vita. La sua gioia, il suo entusiasmo contagioso, il suo attaccamento alla famiglia ed alla sua terra. Da ogni suo incontro si potevano trarre insegnamenti preziosi».

Tra i tanti ricordi di Ottaviani, uno in particolare tra i più cari al presidente Luna: «Settembre 2017, quando Giuseppe accese il tripode del Trofeo CONI Kinder + Sport di Senigallia, la grande manifestazione dedicata alla sport giovanile che tre anni fa è stata ospitata proprio dalle Marche. In quel gesto compiuto da Giuseppe c’era tutto ciò che egli ha rappresentato per lo sport e per la nostra comunità: la fiamma della passione, una luce che era guida, un passaggio di testimone ai più giovani. Ci mancherà moltissimo, ma la sua memoria resterà sempre viva in noi».

I funerali di Giuseppe Ottaviani si terranno oggi, lunedì 20 luglio, alle 18 nella chiesa parrocchiale di Sant’Ippolito.

Anche il presidente della Provincia di Pesaro e Urbino Giuseppe Paolini esprime il proprio cordoglio e quello dell’Amministrazione provinciale per la scomparsa di Giuseppe Ottaviani, pluripremiato campione di atletica 104enne di Sant’Ippolito che ha dato lustro all’intero territorio. “Ottaviani – dice Paolini – ha dato a tutti noi una grande lezione di vita, dimostrando come non ci sia un’età giusta per dedicarsi a qualcosa che piace e che fa stare bene. La sua tenacia, la passione per ciò che faceva, il darsi sempre nuovi obiettivi da raggiungere, il carattere aperto e curioso, l’amore per la vita, la sana alimentazione che consigliava sempre come segreto di longevità, gli affetti familiari come fonte di forza e serenità, sono stati tanti gli elementi che hanno fatto di lui un esempio anche per le giovani generazioni. Siamo vicini alla moglie, ai figli e all’intera comunità di Sant’Ippolito”.

PER SAPERNE DI PIU’:

E’ morto a 104 anni Giuseppe Ottaviani, pluricampione e primatista dell’atletica master

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: