Anche gli imprenditori coinvolti nell’elaborazione del Patto per l’export per rilanciare il Made in Italy

Anche gli imprenditori coinvolti nell’elaborazione del Patto per l’export per rilanciare il Made in Italy

E’ stato firmato alla Farnesina dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Per il settore arredo ha preso parte ai tavoli virtuali di ascolto anche il senigalliese Riccardo Montesi

ROMA – Con l’intento di rilanciare il “Made in Italy” nel mondo nell’attuale congiuntura, su impulso del ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, è stato dato il via ad un percorso inclusivo, coinvolgendo non solo i membri della Cabina di regia per l’Italia internazionale, ma tutte le associazioni di categoria, i territori e gli Enti preposti al sostegno pubblico all’internazionalizzazione.  Per il settore arredo ha preso parte agli incontri virtuali di ascolto anche l’imprenditore senigalliese Riccardo Montesi (nella foto).

Dopo i tavoli virtuali di ascolto che si sono svolti, è stato predisposto il Patto per l’export, che il ministro Di Maio ha firmato alla Farnesina. Il Patto per l’export è un documento programmatico, aperto alla firma di ulteriori qualificati soggetti, che indica una ambiziosa strategia per l’internazionalizzazione del nostro sistema produttivo, e si articola in sei pilastri: comunicazione, promozione integrata, formazione/informazione, sistema fieristico, commercio digitale e finanza agevolata.

Nel corso della cerimonia di ieri, il ministro Di Maio ha altresì presentato l’e-book “Export: una guida per partire – strumenti e servizi pubblici a portata di PMI”. Si tratta di uno strumento concreto, volto a favorire in maniera semplice e immediata l’accesso alle informazioni sui servizi che il sistema pubblico offre alle imprese che ancora non sono presenti sui mercati esteri, o che non lo sono in maniera stabile.

Anche in considerazione dei bisogni del target a cui è destinato, le PMI, il prodotto è stato concepito con uno stile diretto e un taglio molto pratico: una sorta di “istruzioni per l’uso” verso i mercati esteri.

Un percorso a tappe, in cui sono state presentate, per ogni fase, i principali strumenti, le iniziative e i servizi reali a cui può accedere l’impresa, sia a livello centrale sia a livello territoriale, in termini di formazione, informazione, orientamento e supporto finanziario.

Un percorso che si conclude con l’arrivo sui mercati esteri: un ultimo miglio molto importante in cui l’impresa può contare su una rete di ancoraggio, fatta di Ambasciate, Consolati, Uffici ICE, Camere di Commercio Italiane all’Estero e Istituti Italiani di Cultura.

L’e-book è fruibile attraverso il link presente sul sito della Farnesina: https://www.esteri.it/mae/resource/doc/2020/06/ebook_export_una_guida_per_partire.pdf

 QUI SOTTO il progetto:

Patto_per_l’Export

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: