Pizzichini: “Ribadiamo le proposte del Pd per far ripartire l’economia di Chiaravalle”

Pizzichini: “Ribadiamo le proposte del Pd per far ripartire l’economia di Chiaravalle”

di GIUSEPPE PIZZICHINI*

CHIARAVALLE – Il consolidamento di dati molto incoraggianti che certificano il rallentamento dell’epidemia di coronavirus, in particolare con gli 0 nuovi casi registrati oggi nella nostra Regione, non deve indurci in un rilassamento generalizzato. È importante anche adesso rispettare tutte le norme di distanziamento fisico e le prescrizioni dei protocolli sanitari per prevenire efficacemente una nuova ondata.

La riapertura generalizzata avvenuta la scorsa settimana ci pone di fronte a nuove sfide e ci inducono alcune considerazioni. Due fatti hanno colpito in particolare la nostra attenzione. In primo luogo, notiamo che purtroppo alcuni negozi non stanno riaprendo o perdurano in uno stato di grave difficoltà economica. In secondo luogo, nel weekend si è registrata una forte presenza di pedoni, ciclisti, bambini, persone con mobilità ridotta, che hanno gioiosamente invaso le vie del centro e i locali. Gioiosamente ma pericolosamente, in quanto abbiamo assistito ad assembramenti e a una promiscuità tra auto e persone a passeggio, in particolare lungo il centro storico.

Oltre a stigmatizzare comportamenti sbagliati, ove accertati, non possiamo non notare la disfunzione legata alle sbarre di Corso Matteotti inspiegabilmente alzate con la ZTL attiva e una certa mancanza di sfogo all’esterno di alcuni locali che ha impedito una più ampia diffusione di clienti.

Servono soluzioni concrete e di sistema, non basta ululare alla luna. Il nostro gruppo consiliare, coinvolgendo e con la condivisione anche altri gruppi, ha presentato una mozione con tre proposte chiare: intervento drastico di riduzione sulle tasse locali per esercenti e famiglie; garantire spazi di suolo pubblico comunale in più per ottemperare alle misure sul distanziamento, gratuitamente, ovvero senza ulteriore tassazione sugli spazi concessi; rivedere la mobilità del Centro.

La seconda proposta ha già trovato un positivo riscontro del Decreto “Rilancio” licenziato pochi giorni fa dal Governo, a dimostrazione della bontà della stessa. Siamo disponibili a confrontarci costruttivamente con l’amministrazione e, come già dimostrato, con tutti i gruppi in Consiglio Comunale per varare misure fondamentali per la resistenza e sopravvivenza del tessuto commerciale cittadino. Vogliamo mantenere un clima di unità e solidarietà collettiva, vista la gravità della situazione economica. Ribadiamo tuttavia la necessità che le misure siano il più rapide possibile, e che dunque a strettissimo giro siano convocate le Commissioni e il Consiglio comunale.

*Segretario Partito Democratico Chiaravalle

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: