Nonostante la pandemia a Senigallia tornano i “Ludi latini”: il mondo classico come risorsa nell’incertezza

Nonostante la pandemia a Senigallia tornano i “Ludi latini”: il mondo classico come risorsa nell’incertezza

SENIGALLIA – I “Ludi latini a Senigallia”, come dice la parola Ludi, sono “Giochi”, cioè una gioiosa “partecipazione” ad una gara tra gli studenti migliori, non una tediosa “competizione”. In questa lieta gara di intelligenze e di competenze si misurano, da 23 anni ormai, gli studenti più bravi che nei Licei Classici e Scientifici delle Marche studiano il latino.

L’asticella da superare è la traduzione di una versione oppure il commento ad una frase latina. Dietro questa iniziativa c’è la solida macchina organizzativa dell’Associazione Culturale Sena Nova, con la Presidente Prof.ssa Elisa Santelli, l’AVIS di Senigallia con il Presidente Massimo Sinicato, i Licei “Medi” e “Perticari” di Senigallia, diversi Proff. di rinomata cultura, una per citare tutte, Oretta Olivieri, di latino e greco, assieme all’immancabile sostegno dei Dirigenti Daniele Sordoni e Fulvia Principi. I Ludi nati nel 1996 , su invito dell’allora Provveditore Michele de Gregorio, sono da sempre dedicati al ricordo di Alberto Petrolati, una promessa della ricerca scientifica, tragicamente scomparso in giovane età.

Da quell’anno, la mamma di Alberto, Iolanda, e la famiglia di Silvio Fuligni hanno sempre sostenuto questa iniziativa e, con loro, anche il Gruppo “Amici di Alberto”, composto dall’Avv. Valtero Bruscia, Laura Defari e Giorgio Quadraroli, compagni di classe del giovane scomparso.

La prova di quest’anno, alla quale possono partecipare gli studenti delle classi Quarte di tutte le Marche, consiste nel commentare una frase di Seneca di incredibile attualità: Omnis dies, omnis hora ostendit quam nihil sumus, et aliquo recenti argumento admonet oblitos fragilitatis” = “Ogni giorno, ogni ora mette a nudo quanto siamo nulla, e basta un qualche fatto nuovo a mostrarci la nostra fragilità”.

Il Bando compleo è sulla pagina Facebook “Ludi Latini a Senigallia”. I ragazzi possono partecipare con un commento, (attingendo idee e suggerimenti in Biblioteca o su piattaforme web), oppure con interviste, o con un video-monologo mirato al tema, o con un composizione, o anche con uno short movie, o con quant’altro la creatività e l’originalità permette loro, utilizzando gli strumenti dell’informatica innovativa. In conclusione: un latino antico, non morto, per un Certamen moderno e creativo.

Gli studenti, da soli, in coppia o in gruppi, hanno un intero mese a disposizione per creare qualcosa di interessante. Li aspettiamo!

Dovranno inviare i lavori entro la mezzanotte del 30 giugno 2020 a: camillo.nardini@libero.it

Informazioni: camillo.nardini@libero.it

Una Commissione provvederà ad attribuire i premi.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: