Dopo un lungo stop lunedì le Grotte di Frasassi riaprono al pubblico

Dopo un lungo stop lunedì le Grotte di Frasassi riaprono al pubblico

Saranno di nuovo aperte per ospitare i turisti. Il Consorzio Frasassi, ente che gestisce il complesso ipogeo, ha varato le regole per l’ingresso e la fruizione del percorso

GENGA – Un forte segnale di resilienza e ripartenza, per un turismo di prossimità all’insegna della sicurezza. Da lunedì 18 maggio le Grotte di Frasassi torneranno operative per l’accoglienza e la visita del percorso sotterraneo più ammirato ed apprezzato d’Italia.

«Siamo consapevoli di non poter contare ancora su presenze extra-regionali – precisa l’avvocato Marco Filipponi, sindaco di Genga – ma è doveroso promuovere un messaggio di fiducia e di misurato positivismo. La riapertura delle Grotte sottintende la ripartenza di tutto il nostro territorio, la cui vitalità ruota attorno al forte traino del complesso ipogeo. Siamo realisti e non ci aspettiamo un flusso che ci riporti alle stagioni pre-emergenza, ma valutiamo che sia importante rimettere in moto un settore che sta già pagando le conseguenze del momento».

«Possiamo tranquillamente affermare che i nostri territori, caratterizzati da ampi spazi all’aria aperta, consentono ai turisti di poter apprezzare le bellezze paesaggistiche e ambientali in completa sicurezza – afferma l’ingegnere Lorenzo Burzacca, Vicepresidente del Consorzio Frasassi –  tanto che, da sempre, l’area di Frasassi si conferma quale meta preferita per escursionisti, vacanzieri e famiglie».

Infatti tutta la zona del Parco Gola della Rossa e Frasassi gode di suggestivi punti panoramici raggiungibili attraverso percorsi in grado di poter garantire l’adeguato distanziamento richiesto.

Il Consorzio ha stilato il regolamento di fruizione turistica, che resterà in vigore fino a nuove ed ulteriori modifiche degli ultimi decreti emanati dal Governo.

  • Saranno attivi due turni di visita: ore 11 e ore 14,30 consentendo di visitare la grotta in condizioni di pieno rispetto del distanziamento sociale
  • Il biglietto potrà essere acquistato esclusivamente online attraverso la piattaforma Ticketone, con possibilità di scelta dell’orario d’ingresso
  • Il tagliando d’ingresso andrà preventivamente stampato dal cliente e consegnato direttamente all’ingresso, oppure mostrato al personale posizionato all’ingresso tramite  download su cellulare, bypassando in ciascun caso la sosta in biglietteria
  • Il possessore di biglietto d’ingresso potrà usufruire del parcheggio in area La Cuna, per poi dirigersi a piedi verso l’ingresso (1300m). Oppure utilizzare il parcheggio a San Vittore di Genga, e proseguire a piedi (600m)
  • Il possessore di biglietto d’ingresso dovrà obbligatoriamente essere provvisto di mascherina e guanti
  • Per garantire un adeguato distanziamento di sicurezza, i gruppi di visita saranno sensibilmente ridotti nel numero di componenti
  • Al visitatore verrà misurata la temperatura corporea con termoscanner. Con temperatura superiore a 37,5° non sarà possibile effettuare la visita alle Grotte e il cliente sarà gentilmente invitato a lasciare l’ingresso
  • Il prezzo del biglietto d’ingresso resterà invariato: 18 euro intero (+dp); 15 euro ridotto (+dp); 12 euro da sei a quattordici anni (+dp); gratuito fino a sei anni

La fase2 per Frasassi si fonda sui concetti di ospitalità e sicurezza. Per la riattivazione di una filiera che, da sempre, rappresenta un volano determinante per il turismo regionale.

“FRASASSI EXPERIENCE” / UN’OFFERTA INTEGRATA TRA ANTICHI BORGHI E NATURA

Arte, storia, natura e tradizioni. L’esperienza Frasassi torna ad affascinare i turisti con un’offerta esperienziale che copre più opportunità. Dalle escursioni alle ai sapori tipici locali nei ristoranti del territorio.

Il Parco Gola della Rossa e di Frasassi rappresenta un patrimonio naturalistico e ambientale di grande richiamo turistico. La bellezza dei sentieri e dei punti panoramici fa sì che escursionisti e famiglie ne approfittino per trascorrere momenti di relax a stretto contatto con la natura.

Dietro il volano delle Grotte di Frasassi si struttura un’offerta completa che favorisce un’esperienza   unica nel suo genere, dove storia, cultura, sport all’aria aperta, natura e tradizioni s’incontrano per regalare ai turisti la più suggestiva tra le escursioni sul territorio.

«Tutti gli studi di settore ci testimoniano ormai che le nuove esigenze dei visitatori si indirizzano maggiormente verso un turismo lento, costituito da emozioni ed esperienze autentiche – afferma il prof. David Bruffa, Vicesindaco del Comune di Genga e assessore al turismo – Come amministrazione comunale, abbiamo cercato sin dal nostro primo insediamento di raccogliere questa grande sfida, lavorando sulla promozione di un intero territorio che oltre alle meravigliose Grotte di Frasassi ha molto altro da offrire. In tal senso tutti siamo chiamati a recitare la nostra parte: dalle amministrazioni locali alle associazioni presenti sui territori, dagli operatori dell’indotto turistico sino agli abitanti delle più piccole frazioni presenti».

Quella che può essere definita una “Frasassi Experience” non può che cominciare con la visita alle Grotte e proseguire con la scoperta del territorio.

Ad esempio, partendo dalla località di San Vittore, scendendo all’antico Mulino, si può camminare risalendo le sponde del fiume Sentino fino alla sorgente delle acque sulfuree.

E sempre a San Vittore ci si può immergere nella storia, ammirando l’imponenza dell’antico ponte romano e la maestosità dell’Abbazia di San Vittore alle Chiuse, visitabile ogni giorno con apertura ad orario continuato dalla mattina al tardo pomeriggio.

Per restare nell’ambito storico, immancabili le visite ai due borghi che esprimono l’essenza di questo luogo incantato che s’affaccia sui promontori scorgendo panorami mozzafiato.

Arroccato sulla punta della Gola di Frasassi, il Castello di Pierosara osserva dall’alto le montagne e le ampie distese verdi. Mentre il borgo di Genga, sede dell’antico castello, mostra la sua caratteristica architettura, con le vecchie abitazioni costruite sulla roccia naturale.

Non si può lasciare la Gola di Frasassi senza aver prima visitato il Tempio del Valadier e il Santuario della Madonna Infra Saxa. Il percorso e i due luoghi di culto sono sempre aperti in orario continuato dalla mattina al tardo pomeriggio.

“Frasassi Experience” è anche tradizione culinaria. Infatti da lunedì torneranno operativi i ristoranti e tutte le attività ricettive del territorio, secondo i regolamenti osservati nel relativo decreto sulle riaperture delle attività commerciali.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: