A Ponte Sasso chiedono la fibra ottica: avviata una raccolta di firme su una petizione da presentare in Comune

A Ponte Sasso chiedono la fibra ottica: avviata una raccolta di firme su una petizione da presentare in Comune

FANO – A Ponte Sasso è stata avviata una raccolta di firme su una petizione da inoltrare all’Amministrazione comunale di Fano per sollecitare l’arrivo, nella popolosa frazione, della fibra ottica. Una vera e propria necessità, anche alla luce degli ultimi eventi legati alla pandemia (didattica a distanza per gli studenti e lavoro da casa).

La raccolta di firme sarà possibile, per il momento, al Centro Sociale (dal 2 giugno, giorno della riapertura), al Caffè Ponte Sasso (ex bar Agip) e al distributore Agip da Savelli.

Possono firmare la petizione tutte le persone maggiorenni residenti nel Comune di Fano.

Il documento che sarà presentato all’Amministrazione comunale di Fano, dopo la raccolta delle firme. è il seguente:

Oggetto 1:  Richiesta al Comune di Fano sulla  tempistica effettiva per l’attivazione e la commercializzazione del servizio di Fibra ottica FTTH di Open Fiber presso la frazione di Ponte Sasso.

Oggetto 2: Richiesta al Comune di Fano per il sollecito dell’attivazione ,in alternativa all’oggetto 1, della Fibra ottica FTTC di TIM presso la frazione di Ponte Sasso.

“Con le presenti richieste – si legge nel documento -, i cittadini del Comune di Fano residenti nella frazione di Ponte Sasso, presentano le sopra riportate richieste, volte all’ottenimento di una connessione internet moderna e veloce, sottolineando che la stessa è un’esigenza imprescindibile della popolazione per fronteggiare la crisi socio economica indotta dall’attuale pandemia Covid-19 e per non incorrere in una disparità di trattamento con le frazioni e città confinanti.

“Nonostante sia già terminata l’infrastruttura di fibra ottica di TIM nella frazione di Ponte Sasso, (sono stati effettuati i lavori di scavo e posa della fibra ottica fino ai suoi armadi riparti-linea stradali da alcuni anni), il servizio risulta ad oggi non attivo e non commercializzato, diversamente dalle zone limitrofe dove è perfettamente funzionante!

“Ubicata in gran parte lungo le principali vie di comunicazione stradale, la nostra frazione è circondata da città raggiunte ormai da tempo da questa tecnologia sia al centro che nelle periferie.

“Di fatto è ormai evidente una discriminazione tra chi risiede nella nostra frazione di Ponte Sasso e nelle frazioni limitrofe dei  Comuni di Fano e di Mondolfo.

“Le connessioni a mezzo Wimax o simili che ci vengono proposte come alternativa hanno dei limiti ben evidenti. In pochissime situazioni è infatti possibile procedere con installazioni di antenne su tetti che vanno orientate in modo preciso e su campo libero, rendendo praticamente fruibile il servizio da una piccolissima minoranza della popolazione, senza ovviamente considerare il proliferare di punti di accesso che emettono onde radio.

“Le nostre aziende subiscono pertanto un trattamento non paritario e si trovano a dover sopportare costi decisamente più onerosi per avere servizi decisamente più scadenti; in particolare i nostri alberghi e stabilimenti balneari non riescono ad offrire gli stessi servizi che ormai cittadini di tutta Europa danno per scontati. L’impedimento oggi ad accedere alle nuove tecnologie e all’innovazione, alla cosiddetta impresa 4.0 per tutte le attività della frazione (ivi incluse le attività pubbliche quali comune e scuole) fanno sì che sia impossibile attrarre nuovi investimenti nel nostro prezioso territorio, in un momento in cui è fondamentale il rilancio del tessuto socio economico locale.

“La situazione di emergenza Covid-19 ha posto ancor più in evidenza i limiti delle attuali infrastrutture, che risultano fatiscenti e non in grado di soddisfare le richieste degli utenti, mancando di stabilità e velocità di connessione.

“Infatti, in ambito lavorativo viene forzata la modalità Smart Working, sia nel settore pubblico che nel privato, sovraccaricando la rete già fatiscente, come sopra indicato; gli studenti non riescono a prendere parte correttamente alla didattica online a distanza, e si deve pure considerare che tale situazione si potrebbe protrarre anche per i mesi successivi. L’insieme di queste ultime situazioni richiamate crea in molti nuclei familiari l’impossibilità di utilizzare i servizi internet negli stessi orari, comportando disservizi ancora maggiori quanto più numeroso è il nucleo familiare.

“Si ricordano ancora le necessità dei docenti per i quali solo utilizzare il registro elettronico diventa un’impresa titanica, per non parlare di fatturazione elettronica, scontrini elettronici, pagamenti su Pos, invio e ricezione di documentazione sanitaria, Backup del proprio archivio in Cloud, fruizione di contenuti Tv Online, Giochi, Sicurezza delle case e dei luoghi pubblici con videosorveglianza telegestita in tempo reale, domotica, e l’elenco potrebbe ancora continuare a lungo.

“Accumulare ritardo tecnologico oggigiorno significa privarsi di ciò di buono che il mondo moderno può offrirci, significa crescere dei figli che non hanno il contatto reale con il mondo moderno, che avranno difficoltà a confrontarsi e a collaborare con quelli che avranno avuto chance differenti.

“Alla luce di quanto sopra esposto, è evidente l’insoddisfazione per l’attuale fruibilità della rete di connessione internet che nella maggior parte del territorio ha velocità in download che difficilmente arrivano a 3Mbit/s, senza parlare delle velocità in Upload che risultano ridicole. Si invita a considerare prioritario il potenziamento di tutta l’infrastruttura a Ponte Sasso.

“Alla presente alleghiamo l’elenco delle adesioni raccolte per dimostrare il forte interesse e la necessità della tecnologia a Banda UltraLarga FTTC o FTTH.

“Chiediamo quindi a questa Amministrazione comunale un serio sollecito nei confronti dell’azienda o delle aziende coinvolte affinché venga attivato il servizio nel più breve tempo possibile.

“Certi del vostro interessamento, certi che ormai comprendiate quanto non possa più esser tralasciata una situazione tale, nell’attesa di un positivo riscontro, si porgono cordiali saluti”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: