Negli esercizi pubblici di Morro d’Alba accesso consentito solo con guanti e mascherina protettiva

Negli esercizi pubblici di Morro d’Alba accesso consentito solo con guanti e mascherina protettiva

MORRO D’ALBA – Anche a Morro d’Alba sono state prese misure aggiuntive per contenere la diffusione del virus Covid-19 in tutto il territorio comunale. Il sindaco ha soprattutto deciso di vietare l’accesso negli esercizi pubblici locali senza guanti e mascherina protettiva.

“Visti i precedenti atti e provvedimenti emanati in coerenza con le disposizioni regionali e governative con i quali sono state adottate misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19, richiamato, da ultimo, il D.L. 25 marzo 2020, n. 19, pubblicato in G.U. n. 79 del 25 marzo 2020 ad oggetto “Misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da Covid-19” il quale dispone la possibilità di adottare, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio effettivamente presente su specifiche parti del territorio nazionale, una o più tra le misure indicate all’art.1, comma 2.

Valutate le informazioni direttamente assunte in merito al verificarsi, nel territorio comunale, di alcune criticità correlate al mancato rispetto e/o adozione delle misure precauzionali anti contagio e di modalità idonee ad evitare assembramenti di persone con contestuale uso di strumenti di protezione individuale; ritenuto pertanto necessario ed urgente disporre ulteriori misure al fine di assicurare ogni utile modalità per garantire la sicurezza anti contagio e prevenire o ridurre il rischio di contagio; visti gli artt. 50 e 54 del D.Lgs.267/2000 contenenti la previsione del potere sindacale di emanare provvedimenti con tingibili ed urgenti per emergenze sanitarie, visto l’art. 32 della legge 833/1978; richiamato l’art. 3 del D.L. 19/2020 e ritenuto che le prescrizioni di cui al presente provvedimento non sono in contrasto con le misure statali, né eccedono i limiti di oggetto di cui al comma 1 dell’art. 3 del medesimo D.L..

Il sindaco ordina: ”Negli orari di apertura degli esercizi commerciali, uffici pubblici, uffici postali, banche e in ogni altro luogo chiuso in cui è previsto l’accesso generalizzato di persone, l’accesso è consentito solo indossando presidi di protezione individuale (guanti e mascherine) in modo da limitare la contaminazione dell’ambiente; 2. I responsabili o i dirigenti degli uffici pubblici e i titolari o responsabili degli esercizi commerciali sono tenuti a richiedere, all’ingresso dei predetti locali, agli avventori e agli utenti di indossare i presidi di protezione individuale (guanti e mascherine) e in caso di rifiuto devono avvertire le autorità di polizia tra cui il locale comando della Polizia Locale al n. 338 856 5034 o 0731.267022. 3.

“Le persone che benché invitate ad indossare i presidi non si adeguino senza giustificato motivo saranno sanzionate con l’applicazione della sanzione amministrativa da 25 a 500 euro, ai sensi dell’art. 17 bis del TUEL, la stessa sanzione si applica alle persone tenute ai comportamenti di cui al punto sub.

Il sindaco dispone inoltre la trasmissione del presente provvedimento alla Prefettura e alla Questura di Ancona e al locale comando stazione dell’Arma dei Carabinieri.

Il sindaco fa inoltre presente che ogni emergenza potrà essere segnalata al numero 334.2708408

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: