Il Movimento Urbino Città Ideale: “Superata l’emergenza bisognerà riorganizzare i reparti del nostro Ospedale”

Il Movimento Urbino Città Ideale: “Superata l’emergenza bisognerà riorganizzare i reparti del nostro Ospedale”

URBINO – “Il Movimento Urbino Città Ideale – affermano in una nota Maria Sperindei, presidente del Movimento e Lino Mechelli, consigliere comunale – ha sostenuto con convinzione tutte le iniziative promosse dalle istituzioni per contrastare la pandemia Covid-19 e le gravi conseguenze causate ai cittadini. Va data profonda riconoscenza a medici, infermieri, oss, tecnici sanitari e addetti alla sanificazione, Protezione civile, forze armate e di polizia per la lodevole e articolata attività. Si attribuisce pari riconoscenza verso tutti i lavoratori impegnati nella filiera alimentare, dalla produzione al trasporto e alla commercializzazione. La città di Urbino, l’Amministrazione comunale, le Istituzioni si sono stretti con generosità a fianco dell’Ospedale e degli operatori impegnati in prima linea, talvolta in forte difficoltà organizzativa e in una insufficienza di dispositivi di protezione in rapporto alla pressione di un numero importante di pazienti. Ci si augura che il servizio  USCA, Unità Specialistica Continuità  Assistenziale, si rafforzi al fine di offrire soddisfacente sostegno e cure ai pazienti domiciliari.

“Ci si auspica, appena superata l’emergenza, di arrivare a una riorganizzazione dei reparti e dei servizi del nostro ospedale, per rispondere nuovamente alle esigenze dei pazienti affetti da altre patologie, talvolta in situazione di urgenza.

“Si è coscienti che la battaglia contro il nemico invisibile non sarà breve, un graduale ritorno alla normalità dovrà essere guidato con cautela e seguendo le indicazioni degli scienziati. C’è stata sufficiente faciloneria nel periodo che ha preceduto e favorito l’avvento del contagio nella nostra provincia. I componenti del Movimento partecipano  al dolore delle tante famiglie della provincia colpite dalla perdita di propri cari.    Va dato merito all’impegno dell’Amministrazione del Comune di Urbino per  l’immediata distribuzione dei buoni spesa alle categorie più fragili.

“Applicando con rigore i protocolli di prevenzione precauzione, si auspica un ritorno graduale al lavoro e una ripresa delle attività economiche. Il Movimento giudica insufficienti le misure varate dal governo, che propendono alla formazione di debiti e poco utili al sostegno; non compare nulla sul fronte dell’abbattimento della burocrazia, il vero ostacolo alla creatività, coraggio e allo sviluppo. Si pensa che sia utile un’appropriata valutazione di tutte le realtà economiche al fine di promuovere un adeguato sostegno, auspicando ad un ampio consenso politico, delle Associazioni delle imprese, sociali e sindacali.

“Il Movimento e i soci – conclude la nota -, colgono l’occasione della prossima Pasqua per augurare il bene della salute e della pace, nella speranza di superare quanto prima, questo periodo buio e inquietante”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: