“Emergenza liquidità: subito prestiti straordinari garantiti dallo Stato per partite Iva e Pmi”

“Emergenza liquidità: subito prestiti straordinari garantiti dallo Stato per partite Iva e Pmi”

PESARO – “Liquidità, liquidità, liquidità: la vera priorità per le attività economiche del Paese e del nostro territorio. Il governo sta predisponendo un nuovo decreto di aiuti per famiglie e aziende e come Italia Viva stiamo chiedendo che si metta in atto la nostra proposta di attivare prestiti bancari immediati, interamente garantiti dallo Stato”, lo affermano Alessandra Nencioni e Antonio Sebastianelli, coordinatori provinciali di Italia Viva.

“La nostra proposta prevede che liberi professionisti, autonomi, imprenditori individuali e società fino a 50 milioni di fatturato possano fare domanda ad una banca chiedendo di avere il 25% del proprio fatturato del 2019. La banca eroga il prestito velocemente, senza burocrazia, grazie alla garanzia statale al 100%. L’importo viene restituito in 100 rate a partire dal gennaio 2022 con interessi a carico dello Stato. In questo modo imprese e professionisti possono riprendere a lavorare in sicurezza e pagare fornitori, dipendenti e collaboratori.”

“L’emergenza sanitaria ha la priorità, ma occorre attivarsi anche per quella economica.” – affermano i referenti locali di Italia Viva. “Dobbiamo sostenere il nostro tessuto produttivo fatto di piccole e medie imprese.

L’allentamento delle norme europee sugli impegni di bilancio ci consente di porre in atto un intervento ambizioso, ovvero arrivare a movimentare una cifra sufficiente a sostenere le Partite IVA e le PMI con fatturato fino a 50 milioni.

Italia Viva propone che lo Stato intervenga con uno stanziamento da 33 miliardi di euro (circa 2 punti percentuali di PIL): 33 miliardi di euro infatti consentono garanzie per 412,5 miliardi di euro.

La nostra è una proposta concreta e realizzabile.

In questo modo possiamo dare un aiuto vero al nostro sistema economico, soprattutto a quello fatto di piccole e medie attività che rappresentano il cuore pulsante della nostra economia territoriale”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: