A Senigallia si pensa come salvare la stagione balneare: ombrelloni e tavoli anche nelle aree sport e gioco

A Senigallia si pensa come salvare la stagione balneare: ombrelloni e tavoli anche nelle aree sport e gioco

L’Amministrazione comunale è già al lavoro in vista della fase due dell’emergenza

SENIGALLIA – In vista della fase due, la giunta municipale sta valutando le iniziative più opportune da intraprendere per dare risposte alle esigenze degli operatori balneari, affinché le nuove disposizioni del governo, che inevitabilmente saranno incardinate sul distanziamento sociale, incidano il meno possibile sull’andamento economico delle loro attività.

“Purtroppo – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – il tema del distanziamento sociale, indispensabile a garantire la salute pubblica e, di conseguenza, la riapertura delle attività economiche, rischia di essere un dispositivo capestro per i nostri operatori balneari. Il

provvedimento a cui stiamo lavorando, frutto anche del proficuo confronto con le associazioni di categoria, mira a contenere la perdita di presenze all’interno delle concessioni, dovuta proprio alla necessità di allargare gli spazi tra i clienti. Per farlo, autorizzeremo l’installazione di nuovi ombrelloni e di nuovi tavoli nelle aree sport e nelle aree gioco, che evidentemente non potranno essere utilizzate come nelle scorse estati. Ovviamente, va da sé che tali autorizzazioni non potranno prevedere né aumenti di volume, né nuovi tendonati”.

Intanto sono partiti i lavori di sistemazione della spiaggia da parte della ditta incaricata dal Comune.

“Le operazioni – spiega il vicesindaco Maurizio Memè – riguarderanno la pulizia e il livellamento della sabbia su tutto il litorale, sia nelle aree in concessione per permettere agli operatori l’allestimento delle loro attività, sia nella spiaggia libera. Inoltre, è prevista la rimozione della ghiaia nel tratto all’altezza del Ciarnin”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: