Senigallia aderisce a “M’Illumino di Meno” con un progetto che prevede la messa a dimora di 348 nuovi alberi

Senigallia aderisce a “M’Illumino di Meno” con un progetto che prevede la messa a dimora di 348 nuovi alberi

SENIGALLIA – Anche quest’anno il Comune di Senigallia aderisce a “M’Illumino di Meno”, la giornata dedicata alla sensibilizzazione sui consumi energetici e alla sostenibilità ambientale promossa dalla trasmissione  Caterpillar di Radio 2. L’edizione 2020 sarà dedicata ad aumentare gli alberi, le piante e il verde, tema particolarmente caro all’Amministrazione comunale di Senigallia che proprio nel mese di marzo ha previsto la piantagione di ben 348 nuovi alberi su tutto il territorio comunale. Il progetto interesserà giardini, aree pubbliche, parchi e, grazie alla preziosa collaborazione del Consiglio Municipale dei Ragazzi, molte scuole.

“La nostra è un’adesione scontata – afferma il sindaco Maurizio Mangialardi – ma non banale. Da anni con gli amici di Caterpillar ci lega un rapporto ormai indissolubile, fatto sì di stima reciproca, ma anche di idee, esperienze e soprattutto valori che hanno costantemente segnato il nostro agire amministrativo quotidiano e che trovano felice sintesi in quello straordinario evento che è il CaterRaduno. In particolare, sono molto felice del tema individuato per questa edizione, non solo per il progetto di grande qualità che prevede l’avvio a breve della messa a dimora di centinaia di nuove piante, ma anche perché ci permette di raccontare una storia lunga dieci anni, quella dal 2010 a oggi, in cui l’Amministrazione comunale ha saputo caratterizzarsi per le sue politiche a favore della sostenibilità ambientale, il consumo zero di nuovo suolo e gli investimenti sul verde urbano, culminati con la creazione di due boschi urbani, alle Saline e a Cesanella, e di una rete verde in grado di collegare i diversi punti della città, di rigenerare le aree esistenti e di riqualificare le alberate stradali sia nel centro storico che sul lungomare”.

“Il piano di piantagione cui daremo avvio nei prossimi giorni – aggiunge l’assessore ai Lavori pubblici Enzo Monachesi – è stato redatto ponendo grande attenzione e scrupolo alle scelta delle piante, rigorosamente autoctone, e ai luoghi dove verranno collocate. La promozione e il mantenimento del verde pubblico, infatti, parte dalla corretta programmazione delle modalità di intervento che andranno a trasformare il territorio. Tra le azioni previste c’è anche la sostituzione di 115 tamerici”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: