CORONAVIRUS / Una strage quotidiana anche nelle Marche: oggi altri 22 morti, il totale sale a 136

CORONAVIRUS / Una strage quotidiana anche nelle Marche: oggi altri 22 morti, il totale sale a 136

Tra le ultime vittime ci sono anche una ragazza di 27 anni ed un uomo di 50 anni, entrambi di Pesaro. E questo contribuisce a far abbassare l’età media dei deceduti

ANCONA – Il Gores ha comunicato anche questa sera i dati dei decessi odierni, aggiornati alle ore 18. Purtroppo il bollettino è ancora molto preoccupante. Nelle Marche sono decedute altre 22 persone. E i decessi, a questo punto, sono complessivamente 136. Tanti. Troppi. E la lista, purtroppo, non terminerà qui.

I 22 morti di oggi sono di Urbino (1, di 78 anni), Treia (1, di 87 anni), Cerreto d’Esi (1, di 88 anni), Castelfidardo (1, di 85 anni), Ancona (4, rispettivamente di 93, 86, 75, 61 anni), Pesaro (10, rispettivamente di 82, 57, 74,79, 84, 27, 82, 50, 81, 82 anni), Mombaroccio (1, di 85 anni), Vallefoglia (1, di 82 anni), Servigliano (1, di 88 anni) e Fano (1, di 77 anni).

Dei 136 morti, 96 sono uomini e 40 donne: 106 sono della provincia di Pesaro Urbino; 16 della provincia di Ancona; 6 della provincia di Macerata; 7 della provincia di Fermo; 1 della provincia di Ascoli Piceno.

Tra le ultime vittime ci sono anche una ragazza di 27 anni, residente a Pesaro, ed un uomo di 50 anni, sempre di Pesaro. E questo contribuisce a far abbassare l’età media dei deceduti che ora è di 79 anni.

Questa mattina il Gores, il Gruppo operativo regionale per l’emergenza sanitaria, aveva anche comunicato che i tamponi positivi rilevati nelle ultime analisi di laboratorio della Sod Virologia sono 170 su 403 testati. Il totale dei contagiati nella nostra regione è ora di 1.737 su 4.512 persone testate.

Nella provincia di Pesaro Urbino i contagiati sono ora 983; nella provincia di Ancona 447; nella provincia di Macerata 186; nella provincia di Fermo 68; nella provincia di Ascoli Piceno 27. Ci sono poi 26 casi provenienti da fuori regione.

Sono 141 le persone ricoverate nei reparti di terapia intensiva, 140 nelle aree di terapia semi intensiva e 439 in reparti non intensivi. Altre 77 persone sono ricoverate in degenze post critiche.

In isolamento domiciliare ci sono 4.793 persone, delle quali 4.070 asintomatiche e 723 sintomatiche. Tra queste ci sono 444 operatori sanitari contagiati durante il loro lavoro negli ospedali o negli ambulatori medici.

LE TABELLE

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: