Anche la società di gestione della Lanterna Azzurra parte civile contro i sei ragazzi della “banda dello spray”

Anche la società di gestione della Lanterna Azzurra parte civile contro i sei ragazzi della “banda dello spray”

Breve udienza questa mattina ad Ancona davanti al Gup

ANCONA – Breve udienza, questa mattina, in Tribunale, per i sei giovani emiliani della cosiddetta “banda dello spray”, ritenuti responsabili della strage nella discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo.

Durante l’udienza, davanti al Gup Paola Moscaroli – durata poco più di un’ora -, si è proceduto alla presentazione di una settantina di costituzioni di parti civili. Tra le quali quelle della stessa società di gestione della discoteca di Corinaldo (la Magic srl, i cui componenti risultano indagati in un altro filone di inchiesta), la onlus “Insieme a Marianna”, il Comune di Corinaldo ed il Garante regionale dei Diritti.

I sei giovani imputati si sono presentati in Tribunale, scortati dagli agenti della polizia penitenziaria, indossando mascherine di protezione.

Come si ricorderà la notte tra il 7 e l’8 dicembre 2018 nella discoteca Lanterna Azzurra di Corinaldo persero la vita sei persone (cinque adolescenti ed una giovane mamma) schiacciate dalla calca.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: