CORONAVIRUS / Ormai è un bollettino di guerra: oggi altri 28 morti, nelle Marche siamo già arrivati a 230

CORONAVIRUS / Ormai è un bollettino di guerra: oggi altri 28 morti, nelle Marche siamo già arrivati a 230

ANCONA – Nelle ultime 24 ore i decessi sono stati, purtroppo, 28. Ancora tanti. Lo ha comunicato questa sera il Gruppo operativo regionale per l’emergenza sanitaria. Fino ad oggi, nelle Marche, sono decedute complessivamente 230 persone. E la lista, purtroppo, non potrà che allungarsi.

I 28 morti di oggi sono di:

Senigallia (2, di 79 e 76 anni)

Trecastelli (2, di 95 e 91 anni)

Fano (2, di 72 e 77 anni)

Vallefoglia (3, di 72, 70 e 86 anni)

Sant’Ippolito (1, di 86 anni)

Cagli (1, di 88 anni)

Piandimeleto (1, di 76 anni)

Pesaro (4, di 83, 79, 77 e 75 anni)

Jesi (1, di 76 anni)

San Marcello (1, di 98 anni)

Fratte Rosa (1, 56 anni)

Pergola (1, di 80 anni)

Serra Sant’Abbondio (1, di 87 anni)

Ancona (3, di 81, 87 e 88 anni)

Porto Sant’Elpidio (1, di 70 anni)

Civitanova Marche (1, di 79 anni)

Mogliano (1, di 82 anni)

Mercatino Conca (1, di 85 anni).

I decessi sono avvenuti negli ospedali di Senigallia, Urbino, Fano, Pesaro, Jesi, Pergola, Ancona, Fermo e Camerino

Dei 230 morti, 154 sono uomini, 76 donne. 161 sono della provincia di Pesaro Urbino, 39 della provincia di Ancona, 13 della provincia di Macerata, 16 della provincia di Fermo, 1 della provincia di Ascoli Piceno. Età media delle vittime: 80 anni.

Questa mattina il Gores, il Gruppo operativo regionale per l’emergenza sanitaria, aveva anche comunicato che i tamponi positivi rilevati nelle ultime analisi di laboratorio della Sod Virologia sono 148 su 391 testati. Il totale dei contagiati nella nostra regione è ora di 2.569 su 6.782 persone testate.

Nella provincia di Pesaro Urbino i contagiati sono ora 1.312; nella provincia di Ancona 702; nella provincia di Macerata 326; nella provincia di Fermo 133; nella provincia di Ascoli Piceno 61. Ci sono poi 35 casi provenienti da fuori regione.

Sono 148 le persone ricoverate nei reparti di terapia intensiva, 128 nelle aree di terapia semi intensiva e 592 in reparti non intensivi. Altre 162 persone sono ricoverate in degenze post critiche.

In isolamento domiciliare (ma i dati sono riferiti a domenica, in quanto non sono stati ancora aggiornati per problemi di collegamento nella rete informatica dell’Asur) ci sono 4.916 persone, delle quali 4.058 asintomatiche e 858 sintomatiche. Tra queste ci sono 484 operatori sanitari contagiati durante il loro lavoro negli ospedali o negli ambulatori medici. E questo crea grandi problemi in tutte le strutture ospedaliere marchigiane.

LE TABELLE

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: