Venerdì a Senigallia tante iniziative per la festa liturgica del beato Pio IX

Venerdì a Senigallia tante iniziative per la festa liturgica del beato Pio IX

SENIGALLIA – Per la festa liturgica del beato Pio IX, il pontefice nato a Senigallia, la diocesi, in collaborazione con l’Opera Pia Mastai Ferretti ha messo in programma per venerdì 7 febbraio 2020, alcune iniziative. Alle ore 9.00 sarà il vescovo Franco a presiedere la S. Messa all’Opera Pia ‘Mastai – Ferretti’; alle 18.00, sempre il vescovo diocesano, celebrerà nuovamente questa volte in Cattedrale. La sera, un incontro al teatro Portone, ore 21.00, sul tema ‘Pio IX e le missioni: un nuovo inizio”, al quale prenderà parte il missionario del Pime, Gianni Criveller.

È don Alfredo Pasquali, profondo conoscitore di Papa Mastai, a dirci di questo particolare legame: “Con  lettera enciclica “Beneficia Dei” del 4 giugno 1871, in occasione del suo 25° anno di Pontificato, Pio IX descriveva in sintesi così il suo operato: ‘Fu per l’aiuto e la gloria divina che potemmo portare la luce della vera fede, inviando operai del Vangelo, anche in terre lontane e inospitali; costituire in parecchi luoghi l’ordine della Gerarchia ecclesiastica e censurare gli errori contrari alla ragione umana, ai buoni costumi e alla causa sia cristiana che civile, emergenti specialmente in quest’epoca. Pure con l’aiuto di Dio abbiamo cercato tra loro, col legame solido e forte quanto possibile della concordia, la potestà ecclesiastica e quella civile, sia in Europa che in America, e di provvedere a molte necessità della Chiesa orientale’. Purtroppo questa attenzione missionaria che Pio IX sottolinea nella sua lettera, non ha ancora avuto il suo giusto rilievo dalla storiografia ufficiale che ancora lo ricorda solamente come l’ultimo Papa-Re. L’opera missionaria di Pio IX fu grande, intensa, trovò sostegno e impulso non solo da ordini religiosi già esistenti come i Francescani, i Gesuiti, i Lazzariti che da secoli operavano in terre lontane, ma anche da nuovi animatori e fondatori di Istituti missionari che trovarono nella Sua persona ascolto, incoraggiamento e benedizione.

Gianni Criveller, nato a Treviso nel 1961, è missionario del PIME (Pontificio Istituto Missioni Estere). Da decenni opera nella grande area cinese: Taiwan, Hong Kong, Macao e Repubblica Popolare Cinese. È professore di Teologia della missione presso lo Holy Spirit Seminary College of Theology and Philosophy, Hong Kong; ha insegnato anche a Macao, Pechino, Roma e Città del Messico. Si è specializzato in storia della ricezione del cristianesimo in Cina, in particolare sulla missione gesuitica e sulle differenti strategie missionarie. Ha pubblicato numerosi libri e articoli. È presidente della commissione storica per la beatificazione di Matteo Ricci e collabora per l’analoga causa di Xu Guangqi, in corso a Shanghai.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: