Sabato a Ostra Vetere giornata inaugurale del MonteSaxNovo Festival diretto da Federico Mondelci

Sabato a Ostra Vetere giornata inaugurale del MonteSaxNovo Festival diretto da Federico Mondelci

OSTRA VETERE – Il Comune di Ostra Vetere, l’Associazione Lemuse, in collaborazione con le associazioni locali e con la BCC di Ostra Vetere, dopo la straordinaria edizione del Montesaxnovo Festival 2019, hanno inteso proporre l’edizione invernale assicurando così una continuità di eventi musicali di prestigio durante il periodo invernale.

Il format è quello di affiancare i concerti, ai luoghi dell’arte della città e del territorio, ecco quindi la scelta di tenere tre dei quattro appuntamenti nella grande sala della pinacoteca del Polo Museale Terre di Montenovo che ospita una mirabile collezione di arte sacra. Il quarto concerto si terrà nel nuovo auditorium BCC di Ostra Vetere.

Ad aprire il Festival sabato 8 febbraio h 21.15, al Polo Museale, sarà proprio il direttore artistico Federico Mondelci, che in qualità di solista dell’ORCHESTRA GAV proporrà un ricco repertorio musicale, dal concerto barocco di Alessandro Marcello ai brani tratti dalla West Side Story di Bernstein, alle musiche da Film di Morricone fino a brani celebri di Duke Ellington e Astor Piazzolla. L’Orchestra, nella seconda parte del programma, proporrà uno dei più grandi capolavori della storia della musica, la Serenata per archi in do maggiore Op.48 di Čajkovskij.

 L’Orchestra GAV, diretta sin dalla sua nascita da Lucia Visentin, vanta un’attività di altissimo livello che vede questo ensemble protagonista in importanti stagioni musicali. Le sue esibizioni sono recentemente state trasmesse dalla Rai.  L’orchestra ha vinto prestigiose competizioni quali il concorso nazionale Città di Ortona, i concorsi internazionali Rovere d’Oro Giovani Talenti di San Bartolomeo e nella propria categoria Città di Padova nel 2005, il Victor De Sabata European Youth Orchestras Contest nel 2007 e nel 2008, con la menzione di merito per la più giovane orchestra vincitrice (presidente di giuria M° Azio Corghi).

Il connubio tra arte musicale e arte pittorica nella sala museale quest’anno sorprenderà i visitatori. Proprio in occasione delle concerto inaugurale verrà presentato al pubblico un inedito dipinto del pittore montenovese Luigi Conti, vissuto tra il 1810 e il 1881, proveniente da una collezione privata, raffigurante una Santa Filomena nella sua tipica iconografia sdraiata, appoggiata su grandi cuscini, indossa una sontuosa tunica con greche dorate e sul capo una corona di rose. La fiera bellezza ieratica e intima al contempo di questo maestoso soggetto sacro colpisce in modo folgorante e ci spinge ad indagare ulteriormente sulla vita, sulla produzione artistica del pittore montenovese e sul soggetto ispiratore di questo mirabile dipinto.

Info: giorni feriali dalle 8,30 alle 14,00 – Tel. 0719650553 int. 1 e 6

email polomuseale@comune.ostravetere.an.it

Biglietti: Intero € 10, ridotto (studenti e ultra 65enni) € 5

Prevendita biglietti: presso i punti liveticket o sul sito liveticket.it/montesaxnovofestival

LE BIOGRAFIE

 Orchestra GAV-Giovani Archi Veneti

Diretta sin dalla sua nascita da Lucia Visentin, ha vinto prestigiose competizioni quali il concorso nazionale Città di Ortona, i concorsi internazionali Rovere d’Oro Giovani Talenti di San Bartolomeo e nella propria categoria Città di Padova nel 2005, il Victor De Sabata European Youth Orchestras Contest nel 2007 e nel 2008, con la menzione di merito per la più giovane orchestra vincitrice (presidente di giuria M° Azio Corghi).

L’orchestra si è esibita nelle più importanti città e sale internazionali da concerto tra cui il Teatro Dal Verme (Milano), Teatro Bibiena (Mantova), Il Teatro degli Impavidi (Sarzana) il Teatro Alighieri (Ravenna), Teatro Donizetti (Bergamo), Basilica dei dodici Apostoli (Roma), la Sala della cultura della Catalogna (Barcellona), Kammermusichaal university of music and performing arts of Mannheim, Musiksaal (Graz), riscuotendo unanimi consensi. Nel 2010 in Francia ha inaugurato la stagione conceristica “Musiques e Patrimoine en Pais du Chinonais” presso la chiesa di Saint-Martin de Candes. Il 1° giugno 2011 è stata invitata a Torino per partecipare alle manifestazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia. Nel 2012 in Francia ha partecipato al “Festival de la Haute Tineè” nella cattedrale di Saint-Ea tienne de Tineè e nel 2013 ha effettuato una tourné e nel Canton Ticino e ha tenuto un concerto nella cattedrale di Lugano.

Ha collaborato, tra gli altri, con Luciana Serra, Ines Salazar, Roberta Canzian, Massimo Martinelli e nella cattedrale di Evry (Parigi) con Michel Portal.

Con Enzo Caroli ha inciso un CD per la casa disco grafica Velut Luna con musiche di Pergolesi, Mercadante, Quantz e Stamitz.

A Treviso ha recentemente presentato lo Stabat Mater di Rossini per il Teatro Comunale Mario Del Monaco di Treviso in occasione del 150° anniversario dalla scomparsa del compositore pesarese.

Lucia Visentin

Diplomata in violino, ha conseguito il diploma accademico di secondo livello in Discipline Musicali con lode.

Si è dedicata alla formazione quartettistica e ha collaborato con numerose formazioni cameristiche, tenendo concerti in Italia, Europa ed in Giappone. Ha collaborato con l’orchestra del Covent Garden di Londra, dell’Accademia di Santa Cecilia di Roma, con il Teatro La Fenice di Venezia e con il Teatro Comunale di Treviso.

Tiene corsi di perfezionamento e masterclass ed è membro di giuria di concorsi musicali internazionali tra cui il concorso Salieri di Legnago, il concorso “Città di Moncalieri” (TO), il concorso Città di Padova (PD), il concorso “Euterpe” di Corato (BA), il concorso “Musica Insieme” di Musile di Piave (VE), il concorso “Caffa Righetti” Cortemilia (CN). Ha fondato e dirige la “Scuola Musicale Suzuki del Veneto” con sede a Treviso e presso il Conservatorio Venezze di Rovigo con il quale collabora anche come docente.

Ha fondato e dirige l’orchestra GAV-Giovani Archi Veneti.

Dal 2011 dirige il coro “Città di Oderzo” vincitore di concorsi nazionali ed internazionali. E’ consigliere regionale dell’ASAC Veneto (Associazione per lo Sviluppo delle Attività Corali), e presidente della Consulta della Cultura del Comune di Oderzo.

Federico Mondelci

è da oltre trent’anni uno dei più apprezzati interpreti della scena internazionale. I suoi studi comprendono il Conservatorio di Pesaro dove consegue il diploma “cum laude” nel 1979 sotto la guida del M° Romano Mauriello e il Conservatorio Superiore di Bordeaux dove ha conseguito il diploma con “Medaglia D’Oro” all’unanimità sotto la guida del M° Jean-Marie Londeix.

Si è esibito come solista con oltre 50 orchestre, tra cui l’Orchestra del Teatro Alla Scala, la New Zealand Symphony Orchestra, la BBC Philharmonic, l’Orchestra da Camera di Mosca, l’Orchestra Sinfonica di Bangkok e  la Filarmonica di San Pietroburgo, dove ritornerà, nella prestigiosa stagione diretta da Yuri Temirkanov in Aprile 2020. Il suo repertorio non comprende solo le pagine ‘storiche’ ma è particolarmente orientato verso la musica contemporanea e Federico Mondelci affianca il suo nome accanto ai nomi dei grandi autori del Novecento (quali Nono, Berio, Nyman, Kancheli, Glass, Donatoni, Sciarrino, Scelsi, Gentilucci, Graham Fitkin, Nicola Piovani e altri compositori della nuova generazione); eseguendone le composizioni spesso a lui espressamente dedicate, produzioni di straordinario successo che lo conclamano come raffinato solista di raro e straordinario talento.

Nel 2017 è stato insignito del titolo di “Marchigiano dell’Anno”.

(www.federicomondelci.com)

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: