C’è molta attesa a Urbino per L’Elisir d’amore in programma sabato 15 febbraio al teatro Sanzio

C’è molta attesa a Urbino per L’Elisir d’amore in programma sabato 15 febbraio al teatro Sanzio

di PAOLO MONTANARI

URBINO – Vi è molta attesa al teatro Raffaello Sanzio di Urbino per la rappresentazione de L’elisir d’amore, opera lirica di Gaetano Donizetti, su libretto di Felice Romani e che andrà in scena sabato 15 febbraio alle ore 21,00. L’opera si compone di due atti; il primo composto da dieci scene e il secondo da nove.

L’elisir d’amore fu rappresentato la prima volta il 12 maggio 1832 a Milano. Romani derivò il libretto dal testo Le Phitre (Il Filtro), scritto l’anno prima da Eugene Scribe per il compositore Daniel Auber. La prima dell’opera fu diretta da Alessandro Rolla. In soli 14 giorni Donizetti riuscì a realizzare uno degli esempi più alti  dell’opera comica ottocentesca.

Fu definita in partitura “melodramma giocoso” in cui vi è lo spazio anche per l’elemento patetico, che raggiunge la punta più alta  nell’aria UNA FURTIVA LAGRIMA.  L’opera ebbe successo fin dal suo primo apparire ed ebbe 32 repliche consecutive. A farla immediatamente amare è in particolare l’inventiva melodica donizettiana, che sposa a meraviglia la vena buffa dell’opera e che è talvolta velata di tristezza.

L’Elisir d’amore che verrà rappresentata a Urbino avrà come personaggi e interpreti: Adina, il soprano Noemi Umani, Nemorino il tenore Patrizio Saudelli, Belcore il baritono Davide Bartolucci, Dulcamara il basso comico Roberto Ripesi e Giannetta il soprano Javiera Saavedra. Si esibirà l’Orchestra Raffaello diretta dal maestro Daniele Rossi.

Il coro sarà quello dei Cantori della Città Futura di Vallefoglia diretto dal maestro Stefano Bartolucci. La regia sarà di Giuliano Ferri.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: