Ma quanti sono realmente i sindaci che sostengono la candidatura di Mangialardi alla presidenza della Regione?

Ma quanti sono realmente i sindaci che sostengono la candidatura di Mangialardi alla presidenza della Regione?

ANCONA – Nonostante il difficile momento che stiamo attraversando, a causa dell’eccessivo allarmismo creato attorno al Coronavirus, la politica sta tornando al centro dell’attenzione dei marchigiani. Ed è per questo – e per far completa chiarezza – che ci piacerebbe sapere come, in questi ultimi giorni, sono state raccolte le adesioni dei sindaci al documento di sostegno alla candidatura di Maurizio Mangialardi alla presidenza della Regione. E, soprattutto, quante sono realmente.

“La proposta del nome di Maurizio Mangialardi quale possibile candidato governatore della Regione Marche – si legge infatti nel documento che, secondo chi l’ha inviato ai giornali, è sottoscritto da 93 sindaci – non può che trovarci favorevoli”.

“Come sindaci che si trovano quotidianamente in prima linea a fronteggiare i problemi e le questioni essenziali che riguardano i cittadini – si legge sempre nel documento -, abbiamo potuto apprezzare il lavoro svolto da Mangialardi in questi anni, sia come sindaco di Senigallia, dove la sua Amministrazione si è contraddistinta per il buon governo, l’attenzione alla coesione sociale e uno sviluppo turistico che ha fatto da traino anche per l’intera Regione, sia come presidente dell’Anci Marche dove con grande sensibilità ha saputo offrire risposte efficaci alle istanze territoriali e dare voce ai sindaci e alle comunità colpite dal sisma in ogni occasione, e in particolare nel difficile confronto con il governo nazionale”.

Tutto chiarissimo. Poi, sotto al documento, l’elenco dei 93 sindaci sottoscrittori. Ma c’è stato subito chi, trovandosi tra i firmatari del documento, si è dissociato. Il primo è stato Emanuele Petrucci, sindaco di Mombaroccio, che ci ha detto chiaramente di non essere mai stato contattato (tra l’altro, nel documento, come sindaco di Mombaroccio, per dirla con esattezza, figurava il suo predecessore). Poi si è aggiunto anche il sindaco di Monteprandone, Sergio Loggi. “Pur apprezzando il lavoro del sindaco di Senigallia, anche per il fondamentale ruolo che ricopre come presidente dell’Anci Marche – ha dichiarato Loggi -, mi stupisce leggere il mio nome in una lista a sostegno di Maurizio Mangialardi come candidato presidente della Regione Marche”.

“Non nego di aver scambiato in questi giorni alcune battute al telefono con il collega di Senigallia – aggiunge il sindaco Loggi – riservandomi però qualsiasi decisione in merito a questioni politiche nelle opportune sedi di condivisione di intenti con tutto il centrosinistra”.

A questo punto, dopo il via libera del presidente uscente Luca Ceriscioli alla candidatura di Maurizio Mangialardi, c’è solo da augurarsi che il numero dei sindaci sottoscrittori del documento sia aumentato.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: