Una mozione in Consiglio comunale a Castelleone di Suasa per dire no all’allevamento nell’ex Aquater

Una mozione in Consiglio comunale a Castelleone di Suasa per dire no all’allevamento nell’ex Aquater

CASTELLEONE DI SUASA – Dai consiglieri comunali Domenico Guerra, Giovanni Biagetti, Fabrizio Franceschetti (Centro sinistra per Castelleone di Suasa) riceviamo: “Se il Sindaco non è nelle condizioni di decidere sull’opportunità o meno di realizzare l’allevamento di Fileni nell’area ex Aquater di San Lorenzo in Campo, con tutte le conseguenze negative  oramai evidenziate anche dallo stesso Sindaco di San Lorenzo in Campo che ha già espresso il suo voto contrario, sarà il Consiglio comunale a pronunciarsi. Infatti abbiamo presentato una mozione con richiesta di messa all’ordine del giorno del primo Consiglio comunale utile da sottoporre alla discussione e alla votazione dell’Assemblea, in cui si chiede l’impegno del Sindaco Manfredi a esprimere la contrarietà al progetto in tutte le sedi opportune, da parte dell’Amministrazione comunale e di tutta la comunità di Castelleone di Suasa.

“Se la mozione riceverà il voto favorevole anche dei consiglieri di maggioranza, il nostro Comune, insieme a quello di San Lorenzo in Campo e a quello di Mondavio, dirà un chiaro no all’allevamento Fileni e sicuramente la Regione Marche in sede di conferenza dei servizi e nella decisione finale, dovrà tenerne conto, visto che i Sindaci rappresentano la volontà di un intero territorio oltre che delle rispettive comunità.

“Di seguito il testo della mozione presentata

“I sottoscritti Consiglieri comunali Domenico Guerra,  Giovanni Biagetti e Fabrizio Franceschetti, rivolgono la seguente mozione da inserire nell’ordine del giorno del primo Consiglio comunale utile:

I L   C O N S I G L I O   C O M U N A L E

V I S T O

il progetto per la realizzazione di un allevamento di polli da parte della Società Agricola Fileni nell’area ex Aquater di San Lorenzo in Campo che ha sollevato nell’opinione pubblica molteplici preoccupazioni da parte di cittadini di tutto il territorio, per le emissioni nell’aria di sostanze pericolose come le PM 2,5 meglio conosciute come polveri sottili e dell’eccessivo consumo di acqua necessario per il funzionamento dell’impianto, tanto è vero che la società Multiservizi Marche che gestisce il servizio idrico integrato, ha scritto che non è in grado di fornire il quantitativo richiesto;

che il Sindaco del Comune di San Lorenzo in Campo, dopo uno studio più attento rispetto a quello presentato dalla società Fileni riguardo l’influenza del vento sull’area dell’allevamento pericoloso per la salute della cittadinanza,  ha deciso fermamente di esprimere la sua contrarietà alla realizzazione dell’impianto in quanto nociva e dannosa per la salute dei cittadini;

V I S T A

la contrarietà già ampiamente annunciata del Sindaco del Comune di Mondavio che ha già dichiarato il proprio voto contrario in conferenza dei servizi presso la Regione Marche;

C O N S I D E R A T O

che, come più volte è stato affermato, l’allevamento in questione, oltre ad essere pericoloso per la salute della comunità, rappresenta un impatto negativo e controproducente per il Parco Archeologico di Suasa, che si trova a poche centinaia di metri dall’area in questione, tale da pregiudicarne le possibilità di sviluppo turistico e promozionale con innegabili danni per Castelleone di Suasa e per alcuni cittadini che hanno investito sulla promozione turistica e sulla valorizzazione dei prodotti tipici locali;

T E N U T O   C O N T O

di recenti studi realizzati da importanti mezzi di informazione come QuiFinanza e di istituti di ricerca come l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA), i quali affermano che gli allevamenti intensivi, in modo particolare quelli di pollame, risultano più dannosi che profittevoli in quanto producono la maggiore quantità di inquinamento particolato, polveri sottili PM 2,5 e i danni economici causati dai problemi alla salute sono maggiori dei benefici prodotti;

Tutto ciò premesso;

I M P E G N A

il Sindaco di Castelleone di Suasa a esprimere in tutte le sedi opportune, la contrarietà della comunità di Castelleone di Suasa alla realizzazione dell’allevamento Fileni nell’area ex Aquater di san Lorenzo in Campo, allo scopo di tutelare la salute dei cittadini, il patrimonio storico e culturale del Parco Archeologico si Suasa e di salvaguardare l’ambiente e l’intero territorio della Valle del Cesano”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: