Lunedì all’auditorium San Rocco l’ultimo saluto di Senigallia alla studentessa travolta da un’auto a Mestre

Lunedì all’auditorium San Rocco l’ultimo saluto di Senigallia alla studentessa travolta da un’auto a Mestre

SENIGALLIA – Avrà luogo lunedì pomeriggio, alle 15.45, all’auditorium San Rocco, la cerimonia funebre per l’ultimo saluto a Pegah Naddafi, la studentessa ventinovenne, travolta ed uccisa da un’auto a Mestre,

La studentessa senigalliese – che si trovava a Venezia per motivi di studio – una settimana fa, la notte tra venerdì e sabato, era stata travolta da un’auto in via Vespucci, in prossimità dell’incrocio – scarsamente illuminato – con via Cattaneo.

Pegah Naddafi (era nata ad Ancona il 17 dicembre 1990, ma da molti anni viveva a Sant’Angelo di Senigallia con la famiglia) frequentava la facoltà di lingue dell’Università Ca’ Foscari ed al momento del tragico investimento stava rientrando nel suo domicilio di Mestre – in zona Bissuola -, che si trova a poche decine di metri.

La famiglia della giovane, di origini iraniane, dopo un breve soggiorno ad Ancona, si era trasferita a Senigallia. Qui il padre, Kamyar Naddafi, dopo aver lavorato come pizzaiuolo in altri locali, aveva aperto in via Arsilli, nel centro storico della città, il ristorante-pizzeria “La Taverna da Kamyar”, molto frequentato. E qui, appena poteva, anche Pegah si recava per aiutare i genitori nella gestione del locale.

Dopo il diploma al liceo linguistico la ragazza si era trasferita a Venezia per frequentare la Facoltà di Lingue all’Università Ca’ Foscari. Ed ormai era prossima alla laurea. Poi la tragedia che ha infranto tutti i suoi sogni, travolta ed uccisa, mentre stava rientrando a casa, da un’auto condotta da un quarantaseienne.

“Il nostro fiore è smarrito”, si legge nel manifesto funebre apparso a Senigallia, con il quale la mamma Sepideh, il papà Kamyar, la sorella Hasti ed i parenti danno l’annuncio della cerimonia funebre, in forma laica che, appunto, avrà luogo lunedì pomeriggio, alle 15.45, all’auditorium San Rocco.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: