Il progetto Open Panzini diventa realtà e parte mercoledì a Senigallia

Il progetto Open Panzini diventa realtà e parte mercoledì a Senigallia

SENIGALLIA – Il progetto Open Panzini diventa realtà. Domani mattina al PalaPanzini mentre il maxischermo proietterà il conto alla rovescia scandito dagli studenti che gremiranno le gradinate, allo scadere del tempo  verranno inviate le mail di invito a tutte le scuole alberghiere d’Italia e di Europa, questo grazie alla collaborazione con ReNaIa, la rete nazionale degli istituti alberghieri, ed AEHT, l’associazione europea delle scuole di hotelleria e turismo, associazioni di cui saranno presenti i presidenti Luigi Valentini e Remco Koerts

“Oggi è un grande giorno per tutta la nostra scuola – afferma il dirigente scolastico Alessandro Impoco – Concretizziamo un’idea, un progetto di rilancio della scuola, sviluppata in prima persona dagli studenti, coadiuvati dalla grande professionalità dei professori. Un progetto che coinvolgerà tutte le regioni italiane e numerose scuole europee. Un’idea che è piaciuta ad Enti, ma anche a tanti imprenditori ed aziende che hanno voluto contribuire e partecipare ad Open portando le loro professionalità, ma fornendo anche opportunità di lavoro agli studenti.”

Open è un progetto che vede gareggiare tra loro le scuole alberghiere, su una serie di sfide che seguono i corsi dell’IIS Panzini e cioè cucina, sala, turistico, turistico sportivo, accoglienza. Regolamenti, gare, logistica sono gestiti dagli studenti del Panzini che non parteciperanno alle gare, ulteriore segno di professionalità da parte dei giovani professionisti del domani. In particolare si svolgeranno 2 tornei di cucina, 1 torneo di cucina e pasticceria/arte bianca, 1 torneo di pasticceria, 4 tornei di sommellerie, sala e vendita di cui uno in lingua, 2 tornei di accoglienza turistica entrambi in lingua, 2  tornei di progettazione di pacchetti  turistici di cui uno con presentazione in lingua,1 torneo caccia al tesoro, 3 tornei di sport, di cui uno a Jesi presso il Club Scherma Jesi.

Nei giorni delle gare sarà possibile assistere alle gare ed addirittura sarà possibile partecipare a corsi dedicati al pubblico.

Open è apertura, inclusione e per questo la mattinata sarà dedicata ad una serie di testimonianze da parte di Luca Panichi, atleta che scala le salite dei ciclisti in sedia a rotelle, degli atleti paralimpici Michele Marinelli e Mirko Angeletti e dallo chef non vedente Antonio Ciotola, che oltre a portare la sua testimonianza, sfiletterà un pesce di fronte agli studenti. Seguendo il leit motiv della frase “Nessuno è un colore, siamo tutti sfumature” la mattina seguirà con dei giochi a squadre, balletti, letture di poesie che permetteranno a tutti di partecipare, esaltando le capacità di ognuno e non escludendo nessuno.

Open inizia l’avvicinamento alle gare che si terranno dal 18 al 22 maggio, quando la città sarà invasa da centinaia di ragazzi che animeranno le vie della città. Il turismo scolastico, è uno dei tanti turismi percorribili nella città della Spiaggia di Velluto ed un evento come Open potrebbe rilanciare questo segmento.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: