E’ l’imprenditore Sandro Paradisi il ciclista amatoriale deceduto durante una passeggiata in bicicletta

E’ l’imprenditore Sandro Paradisi il ciclista amatoriale deceduto durante una passeggiata in bicicletta

STAFFOLO – E’ l’imprenditore Sandro Paradisi il ciclista amatoriale deceduto, questa mattina, mentre, insieme ad un gruppo di amici, stava facendo una passeggiata in bicicletta lungo le strade della Vallesina.

Mentre il gruppo stava percorrendo via Santa Caterina, a Staffolo, l’imprenditore si è sentito male. Gli altri componenti il gruppetto di ciclisti – erano le 10.30 – hanno subito richiesto l’intervento del personale del 118, mentre hanno autonomamente iniziato a prestare all’amico le prime cure.

Gli operatori del servizio sanitario, subito accorsi, hanno tentato inutilmente di rianimare l’uomo, colpito quasi sicuramente da un infarto.

Sandro Paradisi (nelle foto), 60 anni, è un imprenditore molto conosciuto in tutta regione, anche per gli incarichi ricoperti all’interno di Confindustria. E’ presidente della “Paradisi Srl Società Benefit”, azienda meccanica che produce componentistica di precisione.

“Mi stringo al dolore dei familiari – ha scritto, appena appresa la notizia del decesso, il sindaco di Jesi Massimo Bacci – per l’improvvisa scomparsa di Sandro Paradisi, una personalità di alto profilo e di grande sensibilità.

“Imprenditore illuminato, innamorato del suo lavoro e della sua azienda, ha saputo trasmettere a quanti lo hanno conosciuto valori e principi di grande solidità che lo hanno reso stimato e benvoluto da tutti. Per la città di Jesi – ha aggiunto il sindaco Massimo Bacci – è davvero una grave perdita”.

“Sono profondamente addolorato per la morte improvvisa di Sandro Paradisi. Un imprenditore illuminato – ha  affermato, invece, il presidente del Consiglio regionale Antonio Mastrovincenzo -, attento all’innovazione, alla sostenibilità, alla formazione e alla crescita professionale dei suoi collaboratori, sempre in prima linea nei progetti di solidarietà sociale a favore della nostra comunità. Un uomo mite, una grande perdita per tutti noi”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: