La fibra ottica a Marotta e Mondolfo: dopo la petizione l’argomento all’esame del Consiglio comunale e del Corecom

La fibra ottica a Marotta e Mondolfo: dopo la petizione l’argomento all’esame del Consiglio comunale e del Corecom

MAROTTA – Qualcosa, finalmente, si muove. Dopo la presentazione in Comune della petizione, firmata da quasi 700 persone, il Comitato “Vogliamo la fibra ottica a Marotta e Mondolfo” incomincia ad ottenere i primi risultati. Giovedì sera, in Consiglio comunale, a Mondolfo, sarà esaminata una interrogazione presentata sui gravi ritardi della fibra ottica. C’è da sperare che, nella circostanza, possano arrivare dall’Amministrazione comunale anche delle risposte esaustive.

Martedì 3 dicembre, invece, l’argomento sarà esaminato anche dal Corecom (il Comitato regionale per le comunicazioni) delle Marche. Lo ha fatto comunicare ai rappresentanti del Comitato lo stesso presidente Cesare Carnaroli. Ed in attesa di positivi sviluppi Matteo Morbidelli, a nome di tutti i firmatari della petizione, ringrazia pubblicamente il presidente Carnaroli.

Va ricordato che la petizione popolare, elaborata e firmata per il completamento dei lavori della fibra ottica Tim di Mondolfo e Marotta, era stata anche inviata al sindaco di Mondolfo dottor Nicola Barbieri, al presidente della  Regione Marche dottor Luca Ceriscioli, alla Tim Spa Ufficio regionale delle Marche (posta all’attenzione del Direttore generale), all’assessore allo Sviluppo economico della Regione Marche.

“I presenti firmatari – si leggeva nella lettera di presentazione della petizione – dottor Morbidelli Matteo e Brarda Giacomo, entrambi residenti nel comune di Mondolfo, in rappresentanza dei cittadini cofirmatari dell’allegata petizione popolare, chiedono che il territorio del comune di Mondolfo nella sua interezza venga coperto dalla tecnologia internet a banda ultralarga denominata ‘fibra ottica’ o FTTC.

“Come più dettagliatamente riportato nell’allegata petizione, noi cittadini siamo a chiedere che vengano portati a termine i lavori di copertura ed allaccio alla fibra ottica che Telecom Italia ha già iniziato ormai da quasi 3 anni nel nostro territorio.

“Certi che il volere e l’attenzione popolare possano riportare all’ordine del giorno della politica di zona e ai vertici delle primarie ditte partecipi, la situazione che nel nostro comune appare ormai più che paradossale.

“Un comune come il nostro infatti con quasi 15000 abitanti residenti (più di 15.000 se contiamo anche gli abitanti di Ponte Sasso connessi alla nostra stessa centrale), numerose attività ricettive e turistiche, numerose abitazioni stagionali, non può e soprattutto non deve perdere le occasioni che la banda ultra larga offre a tutti i cittadini.

“Il nostro territorio è orfano al momento di una di quelle poche semplici soluzioni ritenute indispensabili ad aiutare nell’uscita dall’attuale periodo di congiuntura economica; abbiamo la sensazione in qualche modo di esser stati discriminati rispetto a territori e comunità equivalenti ed anche decisamente più piccole, con minor densità abitativa e industriale della nostra stessa provincia: Fossombrone, Cagli, Vallefoglia, Urbania, Fermignano … vogliano solo essere alcuni esempi.

“Per portare all’attenzione questa situazione, poco più di un mese fa è stato lanciato sul social network Facebook il gruppo “Vogliamo la fibra ottica a Marotta Mondolfo”, che conta ad oggi più di 1100 iscritti; nemmeno un mese fa è partita la raccolta firme per la presentazione della presente petizione che ha raccolto circa 700 firme.

“Certi che vogliate comprendere la frustrazione che traspare nella nostra lotta, vorremmo – si leggeva a conclusione della lettera che accompagnava la dettagliata petizione – che qualcuno di voi, anzi ognuno di voi, si interessasse alla nostra situazione e facesse propria la nostra lotta”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: