Filippo Sorcinelli su biodigestore e discarica di Monteschiantello: “Un dibattito che non tiene in considerazione i Comuni confinanti”

Filippo Sorcinelli su biodigestore e discarica di Monteschiantello: “Un dibattito che non tiene in considerazione i Comuni confinanti”

di FILIPPO SORCINELLI*

SAN COSTANZO – Sono costretto ad intervenire nuovamente sul dibattito tutto fanese che riguarda Biodigestore e discarica di Monteschiantello, un dibattito che non tiene in dovuta considerazione i Comuni confinanti, i soci di Aset e non vede ancora una efficace ed esaustiva rendicontazione nell’Assemblea dei Sindaci AATA rifiuti.
Mercoledì sera ho partecipato anche io come semplice uditore ai lavori delle commissioni bilancio e ambiente del Comune di Fano in cui sono intervenuti Presidente e Direttore di Aset oltre al tecnico di fiducia del Movimento 5 Stelle Dott. Baldoni e sono stato particolarmente turbato dall’atteggiamento di questa forza politica che considerando Monteschiantello un’area già degradata sposa felicemente l’idea di continuare a degradarla posizionando proprio lì l’impianto industriale del biodigestore anaerobico. Può non sorprendermi la posizione dei consiglieri pentastellati che egoisticamente, per mero calcolo elettorale, hanno individuato un’area poco popolata da fanesi, mentre rimango sbalordito dall’assenza di ragioni tecniche nella scelta di questa “collina” da parte del Dott. Baldoni.
Spiace anche dover constatare che nonostante l’acceso dibattito sulla stampa che va avanti da 60gg. il Comune di Fano non abbia ancora trovato un momento per aggiornare e confrontarsi con i Sindaci soci di Aset e con i Sindaci della vallata a cui aspira da tempo a diventare capofila, come spesso dichiarato, per la condivisione di scelte e progetti strategici come invece avviene nella vallata del Foglia.
A San Costanzo ci siamo sobbarcati per troppi anni questa difficile convivenza con la discarica di Monteschiantello e quindi diciamo BASTA! ABBIAMO GIA’ DATO!! E’ evidente a tutti che questo impianto solo sulla cartina geografica è nel Comune di Fano, nella realtà insiste tutto sull’abitato di San Costanzo e quindi ci spaventa moltissimo aver letto nelle linee programmatiche di mandato che il Comune di Fano ne preveda un ampliamento che, a detta del Presidente ATA Giuseppe Paolini, non è stato mai discusso per la condivisione e discussione nell’assemblea dei Sindaci.

*Sindaco di San Costanzo

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it