Arceviese ed Apecchiese: quale futuro per questo due strade?

Arceviese ed Apecchiese: quale futuro per questo due strade?

Presentata una dettagliata interrogazione in Regione per cercare di comprendere ciò che è stato fatto fino ad oggi a livello politico

ANCONA -Riclassificazione delle ex SS 257 Apecchiese e ex SS 360 Arceviese come strade di interesse nazionale: a che punto siamo? La richiesta di inserimento è stata presentata al Ministro competente? Se sì con quali esiti? Ed in caso contrario, se non fosse stata ancora inoltrata, quando verrà fatto?

Sono i quesiti posti dall’interrogazione presentata nella giornata di oggi dai consiglieri Pd Enzo Giancarli, Gino Traversini, Andrea Biancani congiuntamente al consigliere Piergiorgio Fabbri (M5S).

Allo stato attuale sia la ex SS360 Arceviese che la ex SS 257 Apecchiese sono classificate come strade di interesse regionale ma in realtà sono due arterie di rilevanza interregionale in quanto collegano le Marche e l’Umbria, aree interne alla costa del Centro Italia e sono infrastrutture strategiche dal punto di vista del territorio e da quello paesaggistico.

Proprio nella consapevolezza della grande importanza rivestita da queste vie di comunicazione Regione Marche e Regione Umbria hanno manifestato l’intenzione, espressa dall’assessore Casini nella seduta 113 del 6 novembre 2018, di inoltrare una richiesta congiunta per chiedere al Ministero dei Trasporti di trasferire anche queste due strade tra quelle di interesse nazionale. I consiglieri interrogano ora il Presidente della Giunta Regionale per conoscerne l’esito.

L’interrogazione dei 4 consiglieri ripercorre gli ultimi passaggi dell’attribuzione di competenza delle due strade ricadenti nel territorio regionale, iniziata con la legge 56/2014, anche nota come riforma Delrio, con la quale la Regione ha acquisito le competenze amministrative sulla rete stradale di interesse regionale precedentemente gestita dalle province. Nel 2016 sono state stipulate per la manutenzione di tali infrastrutture 2 convenzioni con Anas Spa per la gestione di quelle statali con oneri a carico dell’Anas e di quelle regionali con oneri a carico delle regioni. A seguito del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 20 febbraio 2018 concernente la revisione delle reti stradali di interesse nazionale e regionale, con la DGR 1370 del 15 ottobre 2018, è stato infine ridefinito l’assetto delle strade marchigiane a parte la ex SS 257 Apecchiese e ex SS 360 Arceviese che non sono state classificate come strade di interesse nazionale.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it