Annunciate a Mondolfo le date per Presepepaese  il più grande presepio vivente della riviera adriatica

Annunciate a Mondolfo le date per Presepepaese  il più grande presepio vivente della riviera adriatica

MONDOLFO – Compie 27 anni Presepepaese a Mondolfo e, per l’edizione Natale 2019 il più grande presepio vivente della riviera adriatica cambia, pur nella continuità, la sua realizzazione. La scelta degli organizzatori, guidati dalla Parrocchia di Santa Giustina, conferma infatti le due date canoniche del 26 dicembre – S.Stefano e di domenica 29 dicembre, fissando una terza serata – cioè mercoledì 1 gennaio – solo in caso di maltempo; conferma anche la caratteristica di far sì che il castello martiniano di Mondolfo, l’abitato antico racchiuso dalla duplice cortina muraria quattrocentesca, diventi la grande ambientazione per la Sacra Rappresentazione, sempre ad ingresso gratuito. Tuttavia innova sensibilmente il percorso.

Presepepaese 2019 vuole soffermarsi su di un’area specifica della città fortificata, invitando ad ammirare il castello nella zona posta fra la prima e la seconda cerchia muraria, nell’area che volge a sud dell’abitato antico. La fortezza adriatica sarà dunque esplorata in una nuova direzione, presentando alcuni degli spazi più suggestivi, carichi di arte di storia, dove saranno ambientati antichi mestieri, e luoghi della secolare tradizione contadina ed artigiana di Mondolfo e non solo, uno dei Borghi più Belli d’Italia, caratterizzati dalla inconfondibile clima del Natale.

Confermato l’ingresso gratuito, per Presepepaese che vuole evidenziare il Messaggio della Natività al centro della scena del Natale. I volontari sono dunque già all’opera e, con la collaborazione di Enti ed Istituzioni ed il patrocinio del Comune, accoglieranno migliaia di visitatori giovedì 26 e domenica 29 dicembre dalle ore 17,30 alle ore 19 (si recupera mercoledì 1 gennaio solo in caso di maltempo in una delle due date precedenti). Info per Presepepaese: www.parrocchiamondolfo.it; tel. 0721.957257.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it