Una bacheca in muratura vicino al Monumento in memoria dei Caduti: a Castelleone esplode la polemica

Una bacheca in muratura vicino al Monumento in memoria dei Caduti: a Castelleone esplode la polemica

CASTELLEONE DI SUASA – Sulla vicenda della costruzione da parte del Comune della bacheca nei giardinetti per le prese antincendio, che tanto sta facendo discutere e che ha visto sostanzialmente da parte di numerosi cittadini, un giudizio pressoché negativo, lo stesso sindaco si è espresso alla stessa  maniera, dicendo che altra soluzione non era possibile. “A nostro parere – si legge in una nota del Centro sinistra per Castelleone di Suasa – qualche possibilità poteva esserci, magari un confronto pubblico all’interno del Consiglio comunale non sarebbe stato male per prendere una decisione con il coinvolgimento della cittadinanza, su una questione che, a nostro parere, è molto importante, visto che quella struttura deturpa  non solo visivamente, ma emotivamente con un luogo simbolo della nostra Comunità, vista la presenza del Monumento in memoria dei Caduti di tutte le guerre e al ricordo dei morti, mutilati e invalidi sul lavoro.

“Pertanto per fare chiarezza al di la delle buone intenzioni, e per capire come realmente sono andate le cose, abbiamo presentato al sindaco una interrogazione a risposta scritta”.

Questo il testo dell’interrogazione, firmata dai consiglieri comunali Domenico Guerra, Giovanni Biagetti, Fabrizio Franceschetti:

“V I S T O

  • che il Comune ha realizzato una bacheca in muratura per l’attacco della pompa antincendio in mezzo ai giardinetti in piazza Principe di Suasa;

C O N S I D E R A T O

  • che quell’opera a nostro parere e a quello di molti cittadini, costituisce un impatto visivo negativo che deturpa uno dei luoghi simbolo della nostra collettività;
  • che nei giardinetti è storicamente presente il Monumento ai Caduti di tutte le guerre, oltre a una lapide dedicata ai morti, mutilati e invalidi del lavoro e quell’opera ne offusca la memoria e il ricordo;

C H I E D O N O

  1. Quali e quante soluzioni alternative il Comune poteva adottare;
  2. Per quali ragioni e motivi tali soluzioni non sono state adottate;
  3. Se è stato contattato il Redattore del Piano di Recupero del Centro Storico e del Vecchio Centro Abitato per un Suo parere di competenza;
  4. Se tra le varie soluzioni alternative è stata presa in considerazione quella di realizzare la bacheca alcuni metri più avanti all’inizio di via Repubblica, sempre sul lato sinistro della strada, tra la ex Palestra comunale e il civico 1, visto che esiste già un collettore collegato direttamente alla linea principale dell’acquedotto comunale e i motivi e le ragioni che ne hanno impedito la realizzazione;
  5. Se tra l’Amministrazione comunale e i Vigili del Fuoco esiste una corrispondenza scritta o verbali a tale proposito, che riassumono i motivi e le ragioni che hanno portato alla scelta adottata e se si, di averne copia;

Chiedono inoltre che alla presente interrogazione venga data risposta scritta ai sensi dell’art. 18 bis comma 1 dello Statuto comunale.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it