Fratellanza umana, il vescovo Manenti e l’imam Boulkhair firmeranno a Senigallia un impegno per conto delle rispettive religioni 

Fratellanza umana, il vescovo Manenti e l’imam Boulkhair firmeranno a Senigallia un impegno per conto delle rispettive religioni 

SENIGALLIA – Sarà un giorno speciale quello di giovedì 10 ottobre. In questa data infatti il vescovo Manenti e l’Imam Boulkhair di Senigallia firmeranno una Carta che attesta l’impegno delle rispettive religioni a rendere effettivi i contenuti del Documento sulla Fratellanza umana che Papa Francesco e il Grande Imam di Al-Azhar Ahmad Al-Tayyeb hanno scritto lo scorso febbraio.

Un giorno importante dunque, in cui i valori della pace, della convivenza comune e del dialogo interreligioso si faranno ancor più veri e vicini al nostro vivere quotidiano.

Al teatro Portone a Senigallia alle ore 21 avremo la possibilità di approfondire questo tema con don Tonio Dell’Olio (Presidente della Pro Civitate Christiana) e Lorenzo Fazzini (giornalista e direttore EMI).

Vedere che esiste chi è disposto, oggi, ad impegnarsi perché il desiderio della pace diventi vita vissuta, rappresenta un grande segno di rinascita e speranza. Perché sì, la pace è un desiderio latente nell’animo di ogni uomo, ma finché non ci si spende in prima persona per farne qualcosa di reale tutto resta nella lontana sfera dei sogni e delle utopie.

Facendo proprie le parole del Documento, lasciamo allora questo auspicio: “Questa Dichiarazione sia un invito alla riconciliazione e alla fratellanza tra tutti i credenti, anzi tra i credenti e i non credenti, e tra tutte le persone di buona volontà; sia un appello a ogni coscienza  che ripudia la violenza aberrante e l’estremismo cieco; appello a chi ama i valori di tolleranza e di fratellanza; sia una testimonianza della grandezza della fede in Dio che unisce i cuori divisi; sia un simbolo dell’abbraccio tra Oriente e Occidente, tra Nord e Sud e tra tutti coloro che credono che Dio ci abbia creati per conoscerci, per cooperare e per vivere come fratelli che si amano. Questo è ciò che speriamo e cerchiamo di realizzare, al fine di raggiungere una pace universale di cui godano tutti gli uomini in questa vita.”

Giovedì 10 ottobre, alle ore 21, presso il teatro Portone di Senigallia. La serata rientra nelle proposte del Mese Missionario Straordinario (Ottobre 2019).

www.cmdsenigallia.it

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it