Dopo l’ennesimo blackout di internet creato il gruppo Facebook “Vogliamo la fibra ottica a Marotta e Mondolfo”

Dopo l’ennesimo blackout di internet creato il gruppo Facebook “Vogliamo la fibra ottica a Marotta e Mondolfo”

In due giorni superati i 500 iscritti. “Non è possibile che un Comune costiero di oltre 14.000 abitanti sia tagliato fuori da ogni logica concorrenziale”. “Ora chiediamo che l’Amministrazione comunale dia delle risposte”

di MATTEO MORBIDELLI

MAROTTA – Lunedì 7 ottobre 2019, dopo l’ennesimo blackout di internet nel territorio di Marotta, ho creato ed amministro il gruppo facebook “VOGLIAMO LA FIBRA OTTICA A MAROTTA E MONDOLFO”. In soli 2 giorni abbiamo superato i 500 iscritti e puntiamo ad arrivare a molti di più visti i ritmi di crescita, questo fa capire quanto sia sentito il problema.

Senza internet nel pomeriggio di lunedì si sono paralizzati uffici, negozi per i pagamenti con POS e anche alcuni Bancomat, nonché moltissimi utenti privati, si è paralizzata un’intera cittadina.

Nel comune di Mondolfo purtroppo l’infrastruttura di telefonia è obsoleta e degradata e questo fa si che questi guasti siano molto più frequenti. Per questo, rinnovare l’intera infrastruttura è diventata oramai un’esigenza, nel 2019 ormai le autostrade digitali sono importanti tanto quanto quelle fisiche, non si può parlare di crescita senza la banda ultralarga, non si possono attrarre nuovi investimenti perché oramai, ogni azienda, prima di investire in un territorio, prima ancora di strade asfaltate, verifica che arrivi la fibra ottica presso il domicilio scelto.

A Mondolfo e Marotta nel 2017 erano stati fatti annunci dal Sindaco anche a mezzo social, quotidiani online e carta stampata sugli investimenti in fibra che operatori privati e pubblici avrebbero posto in essere nel nostro territorio, rassicurando che entro la fine del 2018 l’infrastruttura di rete sarebbe stata pronta esprimendo soddisfazione per le trattative che la sua amministrazione stava intrattenendo con i suddetti operatori.

Dal 2017 tutto tace, la nostra amministrazione si è contraddistinta per la comunicazione sui social eppure nessuna parola in più sulla fibra ottica, nei confronti dei cittadini non è nemmeno giusto prendersi dei meriti quando non si hanno e non comunicare quando ci sono problemi, sappiamo che Telecom nelle attivazioni è poi stata bloccata dall’autorithy per le telecomunicazioni in quanto da consultazioni con Infratel Marotta risultava area bianca e quindi a doverci portare la fibra sarebbe stata solo Open Fiber, sappiamo anche che Open Fiber ha iniziato dei lavori, qualche cantiere sparso si è visto ma nessun lavoro degno di nota, tra l’altro si conosce anche la lentezza di Open Fiber che in italia deve portare la fibra in 7000 comuni aree bianche ma attualmente ne ha attivati solamente 2.

Tutte queste cose le sappiamo per sentito dire da cittadini che si sono informati con gli amministratori locali o per conto proprio, tra l’altro, gli ipotetici tempi di fine lavori di Open Fiber cambiano ogni volta, ma nessuno ha più comunicato niente di ufficiale.

Ora chiediamo che questa amministrazione CI DIA DELLE RISPOSTE, DELLE TEMPISTICHE, DELLE CERTEZZE. Non è possibile che un Comune costiero di oltre 14.000 abitanti sia tagliato fuori da ogni logica concorrenziale. Siamo stretti nella morsa di Fano e Senigallia e in provincia oramai sono tanti i comuni, anche molto più piccoli e con minor densità abitativa, in cui Telecom ha portato la sua fibra ottica, non si può parlare di crescita se noi corriamo con le stampelle.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it