Anche l’Arceviese entrerà nella gestione delle strade marchigiane da parte dell’Anas

Anche l’Arceviese entrerà nella gestione delle strade marchigiane da parte dell’Anas

L’assessore regionale Anna Casini: “Verrà rinnovata la convenzione triennale”

ANCONA – L’Arceviese entrerà nella gestione delle strade regionali da parte dell’Anas. La Giunta regionale ha autorizzato il rinnovo della convenzione triennale con la società, prevedendo l’inclusione della ex SS360. L’intesa, in scadenza nel prossimo mese di novembre, verrà replicata fino a novembre 2022.

Il rinnovo riguarderà ora circa 300 chilometri di arterie stradali del territorio marchigiano (compresi i 59,7 km dell’Arceviese). “I costi della gestione verranno sostenuti dalla Regione con circa tre milioni di euro – riferisce la vicepresidente Anna Casini, assessore alle Infrastrutture – Abbiamo mantenuto un impegno preso con le comunità interessate, per garantite una manutenzione programmata, con risorse adeguate, anche per l’Arceviese.

Nella fase di riclassificazione delle strade, la ex SS360 non è più stata considerata statale, ma regionale e quindi rientra nel rinnovo della convenzione. La Regione investe risorse importanti per garantire una viabilità sicura, destinando circa 10 mila euro a chilometro, rispetto alle poche centinaia di euro che le Province erano in grado di assicurare”. Le strade ex statali interessate dal rinnovo della convenzione sono la Salaria, il Raccordo Monticelli–Marino del Tronto, Val Di Chienti, Val Nerina, Apecchiese, Septempedana, la Corridonia-Maceratese, Cingoli e Arceviese.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it