Raccolta di firme davanti all’ospedale di Senigallia per il contratto integrativo aziendale dei medici

Raccolta di firme davanti all’ospedale di Senigallia per il contratto integrativo aziendale dei medici

SENIGALLIA – Oggi pomeriggio il Sindacato dei medici ospedalieri CIMO (con il segretario regionale dottor Luciano Moretti ed alcuni membri del Comitato direttivo) ha presieduto una postazione informativa all’ingresso dell’ospedale di Senigallia per una raccolta di firme per il contratto Integrativo aziendale.

Dopo mesi di riunioni improduttive e numerosi solleciti si sono infatti avute, da parte dell’Area Vasta 2 solo risposte generiche e non esaustive con il risultato della mancata conclusione del contratto integrativo-Ccia.

I responsabili del Cimo sono ancora in attesa dei seguenti documenti:

A –  Fondi  dall’anno  2007  al 2015 (non la determina con la somma finale ) in base alla dotazione organica consolidata  e in base agli incrementi dovuti alla luce dei vari CCNNLL succedutesi nel tempo.

B –  Conoscere quale è stato l’uso del Fondo di posizione in base alla graduazione degli incarichi,   per ogni singolo incarico   27 a , 27 b , 27 c ,  27 d  previsto   nella  dotazione organica consolidata di ogni specifica U.O.C .

C – Conoscere   dall’anno  2014 ad oggi quanto è  stato effettivamente erogato per anno del totale del F. di Posizione per singolo dirigente per ogni singolo incarico   27 a , 27 b , 27 c ,  27 d  previsto nella  dotazione organica consolidata di ogni specifica U.O.C.,

Tali dati sono fondamentali per poter calcolare i residui di ogni anno che devono transitare nel Fondo di risultato dell’anno di competenza .

Tale inerzia – affermano i medici del Cimo – non è più accettabile.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it