Nei centri dell’entroterra si contano i danni dopo l’improvvisa ondata di acqua e fango (FOTO)

Nei centri dell’entroterra si contano i danni dopo l’improvvisa ondata di acqua e fango (FOTO)

OSTRA – Un disastro. Tanti i danni causati dall’ondata di maltempo che, lunedì pomeriggio, ha colpito in modo particolare l’entroterra delle province di Ancona e Pesaro.

Pesanti le conseguenze per la viabilità, soprattutto lungo le strade. Ad essere maggiormente colpite dalla “valanga” di fango calata dai campi limitrofi sono state, in particolare, la Corinaldese e l’Arceviese. E da questa mattina si sta cercando, in tutte le maniere, di correre ai ripari.

Tanti i disagi per la circolazione, con auto e camion finiti fuori strada, soprattutto lungo l’Arceviese, nel tratto tra Pianello di Ostra e Pongelli di Ostra Vetere.

Completamente invasa dall’acqua e dal fango anche l’area di un distributore di carburanti che il proprietario sta cercando di ripulire.

Lungo l’Arceviese, oltre al personale tecnico dell’Anas, è impegnata, per gli interventi di pulizia, un’azienda specializzata: la Fiori di Sassoferrato.

Va ricordato che, in seguito alla preoccupante situazione, le amministrazioni comunali di Ostra e Trecastelli avevano convocato, fin dal pomeriggio di lunedì, i Centri operativi comunali (Coc) per meglio monitorale ciò che stava accadendo nei loro territori.
Lunedì pomeriggio, appena era scattato l’allarme, dal comando provinciale di Ancona dei vigili del fuoco erano stati fatti intervenire, nei territori maggiormente colpiti, anche alcuni mezzi con le idrovore.

In poco tempo un fiume di acqua e fango si è riversato dai campi su alcuni tratti dell’Arceviese, soprattutto nelle zone di Casine, Pianello e Pongelli e sulla Corinaldese, in particolare a Passo Ripe.

Danni anche alla Marazzana, alla periferia di Senigallia.
Molti gli allagamenti di garage, locali al piano terra e cantine.

E per il forte vento diversi anche gli alberi caduti ed i rami spezzati che hanno ulteriormente contribuito a rendere ancora più problematica la transitabilità lungo le strade.

(Le foto sono di VALERIO CONSOLATI)

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it