Incendiano un’auto, bloccano il traffico e assaltano nella notte il centro commerciale Il Maestrale

Incendiano un’auto, bloccano il traffico e assaltano nella notte il centro commerciale Il Maestrale

Presa di mira la gioielleria Sarni Oro: il bottino si aggira sui diecimila euro. Per evitare l’immediato arrivo dei carabinieri e per garantirsi la fuga i ladri hanno incendiato una vettura, precedentemente rubata, sul ponte Cesano bloccando il traffico sulla Statale. Un anno fa – la notte tra il 27 e il 28 aprile – era stata depredata la profumeria Limoni

SENIGALLIA – Nuovo furto, nella notte, poco dopo le 3.30, all’interno del centro commerciale Il Maestrale, a Cesano. I ladri questa volta, hanno preso di mira la gioielleria Sarni Oro, al piano terra, sottraendo tutto ciò che hanno potuto. Il bottino si aggira, stando ad una prima stima, sui diecimila euro.
Per evitare l’immediato intervento dei carabinieri e per garantirsi la fuga i ladri (la gang era composta da almeno cinque persone), hanno incendiato, sul ponte Cesano, a quattrocento metri dall’ingresso del centro commerciale, una vettura, provocando il caos. In un primo momento, infatti, si temeva che, all’interno dell’auto, vi fossero delle persone intrappolate. Invece si trattava soltanto di un escamotage attuato per bloccare il traffico, creare il caos e, quindi, evitare che i carabinieri intervenissero subito al centro commerciale Il Maestrale.
I ladri hanno quindi avuto tutto il tempo per entrare all’interno del centro commerciale – forzando l’ingresso principale -, spaccare alcune delle vetrine della gioielleria Sarni Oro e sottrarre quanto si trovava al loro interno. Poi la fuga con l’auto guidata da un complice.
Il centro commerciale Il Maestrale continua ad essere nel mirino dei ladri. Lo scorso anno, la notte tra il 27 ed il 28 aprile, utilizzando una Volkswagen – ovviamente risultata rubata, come quella incendiata questa notte – i ladri – alle 3.15, più o meno la stessa ora di oggi – avevano dapprima sfondato la porta girevole all’ingresso, lato fiume, del centro commerciale senigalliese e, subito dopo, avevano divelto la serranda del primo negozio sulla destra, la profumeria Limoni. In pochissimi minuti, in quella circostanza, erano riusciti a sottrarre il maggior numero possibile di confezioni di profumi e cosmetici. E subito dopo i ladri si erano allontanati, con una seconda auto, alla cui guida si trovava un complice, che li aspettava all’esterno del centro commerciale Il Maestrale.
Non va escluso, a questo punto, che ad agire, considerate anche alcune modalità, siano stati gli stessi malavitosi.
I carabinieri della Compagnia di Senigallia, dopo questo ennesimo furto, stanno ora visionando le registrazioni degli impianti di videosorveglianza – interni ed esterni – fornite dal personale del centro commerciale Il Maestrale. Ma sarà complicato, anche questa volta, riuscire a dare un nome ed un volto ai responsabili di questo ennesimo furto, anche perché i malavitosi hanno agito con il volto completamente travisato da passamontagna. Inoltre erano tutti vestiti con tute scure ed hanno agito, per non lasciare impronte, con i guanti.
Poi la fuga a bordo di un’auto, pronta all’esterno, con alla guida un complice. Auto, ovviamente, anch’essa rubata nei giorni scorsi.
Un territorio, quello del Cesano, a cavallo tra le province di Ancona e Pesaro Urbino, diventato da ormai troppo tempo, terra di conquista. Con i malavitosi che non trovano alcuna difficoltà nel mettere a segno i loro colpi.

Nelle foto: i carabinieri, questa notte, subito dopo il furto, all’ingresso del centro commerciale Il Maestrale e l’auto incendiata sul ponte Cesano

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it