Venerdì alla Piccola Fenice di Senigallia un omaggio al cinema internazionale di Agnè Varda

Venerdì alla Piccola Fenice di Senigallia un omaggio al cinema internazionale di Agnè Varda

SENIGALLIA – Grande successo mercoledì a Corto Circuito 7 della serata intitolata Indigeni: il folto pubblico ha apprezzato con applausi alla fine di ciascun film e durante il lungo dibattito che ne è seguito. Dei tre autori presenti in sala, sono stati particolarmente apprezzati la capacità creativa di sintetizzare una storia in pochi minuti in maniera vivace e pulita (Mattia Settembrini); di inventato una fiction che a prima vista sembra un documentario –con una vicenda dentro un’altra- in maniera geniale e divertentissima (Edoardo Pasquini); di aver raccontato una storia dai forti connotati esistenziali ed introspettivi (Carmen Bilancia).

La rassegna prosegue venerdì 5 luglio, ore 21.45, sempre alla Piccola Fenice, con una serata intitolata  Internazionali e che propone un omaggio a Agnès Varda. Questi i titoli in programma:

L’Opéra-Mouffe, 1958, 16′; Salut les cubains, 1963, 30′; Réponses de femmes, 1975, 8′; Ulysse, 1982, 22′

Agnès Varda (1928-2019) è stata una regista e fotografa francese. Il suo primo lungometraggio “La pointe courte”(1955) apre la strada della nouvelle vague francese. Ha realizzato decine di film in cui ha mescolato con ironia e libertà documentario e finzione, poesia e impegno politico. Muore a Parigi il 29.marzo 2019.  https://www.mymovies.it/biografia/?r=2986

In questa serata scopriremo una selezione dei suoi cortometraggi curata da Giulia Casagrande, regista e docente di cinema che ha realizzato In futura costruzione (2011), Artemisia e le altre (2015), Clara e le vite immaginarie (2019, Prix Paris Jeunes Talents

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it