L’Alma Juventus Fano fa sul serio e si prepara per una grande stagione

L’Alma Juventus Fano fa sul serio e si prepara per una grande stagione

FANO – Da difensore a portiere il passo è breve. Lo sa bene Gianluigi Buffon, uno dei portieri più forti di tutti i tempi, che iniziò la sua gloriosa carriera partendo da centrocampo per poi arretrarsi in porta su suggerimento del padre. Ma lo sa bene anche il neoportiere granata Aniello Viscovo che da promettente difensore centrale dello Sporting Volla si è evoluto a difensore estremo, diventando uno dei giovani più promettenti del panorama calcistico italiano. “Ho scelto di stare tra i pali perché mi sento più sicuro e da lì posso vedere cosa accade in campo” sono le parole del guardiapali partenopeo. Un ruolo che gli calza a pennello e permesso di entrare a far parte del gruppo dei Giovanissimi Nazionali del Crotone.

Da lì una serie di chiamate in Prima Squadra da parte di Davide Nicola, “un grande uomo prima che un grande allenatore. Una persona molto competente di calcio che mi ha regalato la gioia di potermi aggregare insieme ai ragazzi della Prima Squadra dai quali ho imparato molto, primo tra tutti Alex Cordaz (fresco di rinnovo proprio con il Crotone, ndr)”. E l’idolo? “È Manuel Neuer, capitano del Bayern Monaco e della Nazionale Tedesca. Adoro il suo modo di giocare perché tecnicamente è davvero forte. Il suo punto di forza? I piedi. Con quelli può fare tutto”.

A 17 anni arriva anche lo squillo dell’U17 di Paolo Nicolato, ora promosso sulla panchina dell’U21: “La chiamata di Nicolato é stata un’emozione unica, indescrivibile. Paolo è un ottimo allenatore, sa cosa vuole e i tutti i ragazzi mettono in pratica i suoi insegnamenti sia nelle sedute di allenamento che durante le partite. Sono stato convocato nell’amichevole contro la Germania U17 (17 maggio 2017), subentrando al 70′ al posto di Cerofolini ed ho fatto una buona gara”.

Dal Crotone, Viscovo si è catapultato nel mondo della C con la Vibonese nella s.s. 2017/18. Ma il vero banco di prova è stata la D, lo scorso anno, con la casacca biancoverde dell’Avellino, in cui è approdato nella seconda metà di campionato. “Appena arrivato sono subito stato titolare ed ho disputato tutte le partite con soli 9 gol subiti. Sinora è stata l’esperienza più bella e significativa del mio percorso sia dal punto di vista umano che professionale. Aver vinto il Campionato e la Poule Scudetto in una piazza come Avellino è qualcosa che ti lascia il segno”.

Un’annata che non è passata inosservata agli occhi del responsabile tecnico Mei e di mister Fontana che hanno immediatamente capito le qualità del giovane campano. “Ringrazio l’Alma per avermi corteggiato. Ho accettato subito la proposta perché voglio cercare di far bene e sfruttare questa grande opportunità. Quel che posso dire a tutti i tifosi è che io e i miei compagni siamo pronti a lottare ogni domenica, giocando tutte le partite con la grinta giusta. Entreremo in campo sempre con grande forza d’animo e cattiveria, qualità che mister Fontana ci trasmette durante gli allenamenti. Il gruppo? Non mi sarei mai aspettato di trovare un gruppo tanto unito ed affiatato in così poco tempo. C’è un bel clima e ogni giorno lavoriamo sodo per essere pronti in vista dell’inizio del campionato”.

NUOVO ARRIVO IN DIFESA, E’ ISMAILA DIOP

L’Alma Juventus Fano 1906 comunica di aver ingaggiato il difensore centrale Ismaila Diop, proveniente dall’Ascoli Calcio a titolo definitivo con contratto biennale.

Diop, nato in Senegal 19 dicembre 1999, dopo varie esperienze calcistiche nella sua terra di provenienza, è stato attenzionato fortemente dall’Ascoli che l’ha selezionato per la Primavera B. Da segnalare la s.s. 2017/18, in cui il gioiellino africano ha raccolto 23 presenze ed un bottino di 6 reti (un gol nelle gare contro Benevento e Salernitana; due doppiette contro Palermo e Benevento).

La scorsa stagione, invece, il salto in C in prestito con la Paganese. “A Pagani mi sono trovato molto bene perchè è stato il mio primo anno in serie C ed ho fatto tanta esperienza. L’unica pecca è stato l’infortunio nel girone di ritorno che mi ha costretto ad un mese di stop forzato, però, tutto sommato, è stato un ottimo banco di prova per il mio percorso calcistico. Pur non avendo centrato la porta, ho realizzato anche due assist utili ai fini del gol”.

Alto 1,95 m, Diop è un imponente alfiere di difesa, molto abile di testa: “Si, è il mio punto di forza e gran parte dei gol li ho segnati così”. Tornato alla casa madre, il talento senegalese ha svolto il ritiro con l’Ascoli insieme ai neoacquisti Paolini e Parlati, dove si è messo in mostra nella gara amichevole contro il Foligno siglando la rete del poker bianconero con una deviazione aerea dalla bandierina. “Era la prima volta che giocavo con una squadra di Serie B ed è stata una grande gioia aver potuto segnare sotto gli occhi di mister Fontana che era presente in tribuna”.

Partito in ritiro con il resto dell’entourage granata, Diop è pronto ad abbracciare una nuova sfida targata Alma Juventus Fano: “Ringrazio l’Alma per avermi concesso questa grande opportunità e spero di ripagare la fiducia della dirigenza e dei tifosi giocando al massimo delle mie possibilità”.

NUOVO VOLTO PER L’ATTACCO, LUIGI SARLI E’ GRANATA!

L’Alma Juventus Fano 1906 comunica di aver ingaggiato a titolo definitivo dall’Ascoli Calcio 1898 il calciatore Luigi Sarli con un contratto triennale.

Sarli, nato a Taranto il 25 febbraio 2000, ha iniziato a prendere confidenza con la palla a soli 4 anni nella società della sua città. “A 14 anni mi sono trasferito a Firenze per giocare nei Giovanissimi Nazionali della Fiorentina con cui sono rimasto dal 2014 al 2016. A 16 anni, invece, sono stato acquistato dalla Reggiana dove ho militato per due anni e ho fatto il mio esordio in Serie C in Ravenna-Reggiana (0-2).

A seguito del fallimento della Regia, Sarli si è accasato all’Ascoli Primavera, divenendone la vera punta di diamante. Dodici le reti messe a segno in 22 matches, tra cui due doppiette maturate contro Cosenza e Livorno ed una media punta di 1,83 gol a partita. “La soddisfazione più grande – ammette Sarli – è stata la doppia chiamata di mister Vivarini in Prima Squadra: la prima in casa in Ascoli-Spezia (3-1), la seconda in Cosenza-Ascoli (0-0)”.

L’ex bianconero parla anche del suo ruolo: “Sono un esterno di attacco, ma potrei fungere anche da seconda punta all’occorrenza. A chi mi ispiro? Il mio punto di riferimento è Cristiano Ronaldo, anche se purtroppo è juventino (ride, ndr)”.

Perchè la scelta dell’Alma: “Ho sposato questo progetto che ho trovato molto interessante ed ho voglia di mettere in mostra le mie doti in questa piazza, dando tutto per questa maglia e per la squadra”.

IN DIFESA ARRIVA ANCHE IL TERZINO MANUEL RICCIARDI

L’Alma Juventus Fano comunica di aver essersi assicurata le prestazioni del calciatore Manuel Ricciardi dall’Ascoli Calcio 1898 con la formula del prestito temporaneo fino al 30 giugno 2020.

Ricciardi, nato a Roma il 17 aprile 2000, ha mosso i primi passo calcistici nel circondario romano: prima alla Polisportiva delle Vittorie, poi alla Spes Montesacro, all’Atletico Fidene ed infine all’FC Sansa. “Da qui sono stato prelevato dall’Ascoli dove ho trascorso tre anni del mio percorso sportivo. Il primo anno l’ho disputato con l’U17, gli ultimi due con la Primavera, annoverando 21 presenze, compresi i playoff. Il mio ruolo? Sono un terzino destro, ma nel primo anno all’Ascoli ho giocato anche come centrocampista centrale”.

Ricciardi spiega il motivo della scelta Alma: “Per me era giunta l’ora di fare un’esperienza diversa, più matura, dove avrò la possibilità di confrontarmi con un campionato difficile come quello della Serie C, dove il ritmo e la concentrazione la fanno da padrone. E’ la prima volta che mi confronterò con giocatori più esperti e con squadre di un certo calibro, aspetti che non mi spaventano affatto, anzi. Mi danno la giusta motivazione per poter mettermi in gioco”.

In maglia granata ritroverà anche il suo compagno all’Ascoli Luigi Sarli: Siamo stati benissimo insieme e sono contento di condividere con lui questa nuova esperienza”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it