Serrande abbassate in troppi negozi: è in crisi la storica identità commerciale di Senigallia

Serrande abbassate in troppi negozi: è in crisi la storica identità commerciale di Senigallia

di ELPIDIO STORTINI

SENIGALLIA – Che cosa si sta facendo, a Senigallia, per impedire il declino del centro storico? La risposta è abbastanza semplice: ben poco. Anzi, tutte le scelte fatte, negli ultimi anni dall’Amministrazione comunale, hanno contribuito a penalizzare – al di là del difficile momento economico che stiamo, globalmente, attraversando – quanti nel centro storico svolgono – o, purtroppo, svolgevano – la loro attività.

Basta fare un giro per le vie del centro per rendersi conto di una situazione non certo florida. Una situazione che, senza iniziative adeguate, difficilmente potrà migliorare in tempi brevi.

Nei giorni scorsi un ex consigliere comunale, Leonardo Badioli, ma lo potrebbero fare tranquillamente anche gli attuali rappresentanti dei cittadini – sia in Giunta, sia in Consiglio – ha fatto una passeggiata lungo le vie del centro storico con l’obiettivo della macchina fotografica (Senigallia, del resto, è la Città della fotografia) rivolto verso gli ingressi dei tanti negozi che si sono arresi e dove si notano soltanto cartelli con la scritta “Affittasi”.

“Giorni fa – ci dice lo stesso Leonardo Badioli, studioso del settore per conto del gruppo di proposta Quelli dell’Onda – il sindaco ha detto che, grazie alle iniziative intraprese dall’Amministrazione, la città vive meglio. Non solo, ha confermato l’interesse per attuare un progetto di finanza, con una società che gestisce supermercati, allo scopo di attivare un punto vendita nell’area dello stadio. Ma quello che si può vedere, passeggiando lungo le vie del centro di Senigallia, sembra smentirlo clamorosamente”.

“Ognuna di queste foto (purtroppo tante), testimoniano – ci dice sempre Leonardo Badioli – una grande sofferenza e, tutte insieme, la crisi di una identità storica della nostra città: quella commerciale”.

Ed ovviamente ne deriva anche un impoverimento della nostra offerta turistica: le botteghe infatti, al pari del mare, dei monumenti e dei luoghi storici, sono un grande motivo di attrazione, in quanto offrono tipicità e diversità.

E noi alcune delle foto fatte dall’ex consigliere comunale Leonardo Badioli ve le proponiamo qui sopra. Senza ulteriori commenti.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it