Ecco le prime richieste dei cittadini ai futuri amministratori di Serra de’ Conti

Ecco le prime richieste dei cittadini ai futuri amministratori di Serra de’ Conti

SERRA DE’ CONTI – Domenica i cittadini di Serra de’ Conti saranno chiamati ad esprimere il proprio voto sul rinnovo del Consiglio comunale per il prossimo quinquennio. Tre le liste in lizza: “Progetto Democratico per Serra de’ Conti“ con Letizia Perticaroli quale candidata sindaco; Emilio Zannotti candidato sindaco per la lista “Civica“ ed Enrico Sbaffi candidato sindaco per la lista “Serra Migliore“.

Diversi cittadini di Serra de’ Conti ci hanno espresso le scelte prioritarie che la nuova Amministrazione dovrebbe programmare e realizzare.

Viabilità: sono più che mai necessari drastici interventi per mettere in sicurezza diverse strade comunali che sono molto transitate e che nel periodo invernale, a ausa del maltempo, diventano assai pericolose e a volta impraticabili.

Centro storico: il centro storico che un tempo era il “cuore“ della vita cittadina , si sta lentamente e progressivamente impoverendo a causa della sistematica chiusura di diverse attività commerciali. Da lunedì 27 maggio chiuderà il  “Caffè Centrale“, locale storico nato attorno alla metà del secolo scorso e da sempre punto di incontro sia per i residenti che in estate per i turisti di passaggio. Dal 27 maggio nel centro storico resterà aperto solamente il “Bar Italia. Resta aperto solo un negozio di generi alimentari dopo la chiusura nel maggio 2018 del Punto Coal di Corrado Mazzi. Una sola macelleria presente nel centro storico dopo la chiusura di quella gestita da Claudio Regnicoli. Dopo la chiusura della “Taverna del Corso“ nel centro storico non esiste più un ristorante per i cui i turisti di passaggio debbono recarsi per pranzare o per cenare in frazione Osteria che dista circa 2 chilometri. Sarebbe pertanto opportuno che i nuovi amministratori dessero avvio a politiche di interventi incentivanti le attività commerciali ancora presenti nel centro storico e che di conseguenza potrebbero interessare alcuni operatori ad aprire nuove attività commerciali.

Campo sportivo: un tempo il campo “ Augusto Novelli “ era punto di riferimento per moltissime squadre di calcio della zona. Con la nascita del “Monserra Calcio“ che ha unito l’ex Augusto Novelli e la Polisportiva Montecaottese, le gare del campionato di prima categoria si disputano da oltre dieci anni al Comunale di Montecarorotto. Da alcuni mesi il campo sportivo di Serra de’ Conti è oggetto di diversi urgenti di manutenzione e ci si augura che ritorni ad ospitare almeno le gare dei Campionati Giovanili.

Museo delle Arti Monastiche: una struttura per la quale il Comune investe oltre 23.000 Euro all’anno ma che stenta a “decollare“. Sarebbero necessari interventi per la sua promozione a livello nazionale.

Monastero delle Clarisse: chiuso da diversi anni e con alcune parti che versano in una grave situazione. Sarebbe necessario che il Comune intervenisse presso l’Ente religioso che ne è proprietario per acquistarlo ad una cifra più che ragionevole senza pesanti aggravi sul bilancio comunale.

Festa della Cicerchia: un evento che annualmente coinvolge migliaia di visitatori provenienti da tutta Italia. Sarebbe necessario che il Comune intervenisse erogando un maggiore contributo economico all’omonima Associazione.

Video sorveglianza: da realizzare al più presto per tenere sotto controllo alcune zone critiche soprattutto della periferia dove negli ultimi anni si sono registrati diversi furti ed atti vandalici.

Convenzioni: da rivedere poiché sino ad oggi hanno penalizzato Serra de’ Conti a favore ad esempio del Comune di Arcevia.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it