“Sanità, bisogna collocare la sede amministrativa dell’Area Vasta 1 nel Presidio Unico di Urbino”

“Sanità, bisogna collocare la sede amministrativa dell’Area Vasta 1 nel Presidio Unico di Urbino”

La lista Uniti per Urbino lancia una petizione al presidente Ceriscioli

URBINO – La lista Uniti per Urbino lancia una petizione al presidente Ceriscioli per portare nella città ducale la Sede Amministrativa dell’Area Vasta 1. Si lancerà una campagna di sottoscrizione e raccoglieremo le firme dei cittadini nelle piazze, al mercato e on line sulla piattaforma Chance.org al fine di rendere il servizio sanitario ancora più corrispondente ai criteri di efficacia ed economicità.

L’obiettivo sarà quello di velocizzare il trasferimento in un Ospedale di Comunità di un paziente ricoverato nel Presidio Unico di Area Vasta, così da rendere disponibili un maggior numero di posti letto e ridurre sensibilmente il lavoro burocratico interno alle unità operative. È necessario, infatti, l’inserimento nella Unità Valutativa Distrettuale dei Direttori di UOC (rispettivamente di Urbino e Pergola) o loro delegati con potere decisionale pari al Direttore di Distretto, così da poter garantire riunioni anche quotidiane ad Urbino ed almeno 2 volte a settimana a Pergola con presenza dei medici che hanno in carico il paziente assieme a coloro che gestiscono l’organizzazione non sanitaria dell’Ospedale di Comunità.

In parole semplici, ma efficaci, il Direttore del Distretto stratifica la disponibilità dei posti letto interni all’Ospedale di Comunità ed il Direttore di Struttura Complessa o delegato decide in quanto Responsabile Sanitario con che paziente occuparli. La conseguenza pratica di quanto tecnicamente sopra espresso sarebbe il trasferimento dei pazienti in giornata, al posto degli attuali 3-5 giorni, una maggiore disponibilità di posti letto per il Pronto Soccorso locale o provinciale e, cosa di non secondaria importanza, un’alta riduzione di stress psicofisico sia da parte dei pazienti e dei loro familiari, ma anche di tutto il personale medico infermieristico che lavora in questi luoghi.

Questo tema verrà sviluppato il 6 aprile alle ore 18 alla presso il Legato Albani ad Urbino nel convegno “La Sanità che vogliamo”. Un momento di incontro molto particolare, quasi atipico, in quanto oltre alle ematiche tecniche sopra descritte, in questa giornata di lavori ci sarà la possibilità mettere in luce il rapporto fra diagnosi, cure delle malattie e prevenzione in quanto la salute è risultato del rapporto fra l’uomo il mondo animale e l’ambiente. Al convegno parteciperanno Gianluca Carrabs Responsabile Nazionale Verdi, Sergio Feligoni Segretario Comunale PSI, Saverio Guerra Biologo Nutrizionista dell’Ospedale di Urbino, Dalibor Cvejic Sindacalista AVI, Paolo Lucarelli Primario di Medicina Interna di Pergola e Fossombrone, Adelchi Vaccaro Direttore Servizio Igiene degli Allevamenti e delle Produzioni Zootecniche, conclude la giornata di lavori Giorgio Londei Candidato Sindaco Uniti per Urbino.

 

 

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it