“Romeo e Giulietta. L’amore è saltimbanco”: la commedia dell’arte venerdì al Teatro Valle di Chiaravalle

“Romeo e Giulietta. L’amore è saltimbanco”: la commedia dell’arte venerdì al Teatro Valle di Chiaravalle

CHIARAVALLE – Venerdì 12 aprile, alle ore 21, la compagnia di teatro popolare Stivalaccio Teatro, fra le più interessanti della generazione dei trentenni, propone al Teatro Valle «Romeo e Giulietta. L’amore è saltimbanco», penultimo appuntamento dellastagione Città senza muri realizzata dal Comune e AMAT con il sostegno di Regione Marche e MiBAC

Ispirata non solo all’omonima opera ma a tutto l’intero repertorio shakespeariano, questo «Romeo e Giulietta» alla maniera della commedia dell’arte si sviluppa sul soggetto originale di Marco Zoppello, che è anche regista e che lo interpreta con gli attori Anna De Franceschi e Michele Mori.

Per la breve sosta veneziana nel 1574 di Enrico III di Valois, diretto a Parigi per essere incoronato Re di Francia, Giulio Pasquati e Girolamo Salimbeni, coppia di ciarlatani saltimbanco dai trascorsi burrascosi, vengono incaricati di dare spettacolo in onore del principe. Mica una storia qualunque, certo che no. La più grande storia d’amore che sia mai stata scritta: Romeo e Giulietta. Due ore di tempo per prepararsi ad andare in scena, provare lo spettacolo ma, soprattutto: dove trovare la ‘Giulietta’ giusta, casta e pura, da far ammirare al principe Enrico? Ed ecco comparire nel campiello la procace Veronica Franco, poetessa e honorata cortigiana della Repubblica, disposta a cimentarsi nell’improbabile parte dell’illibata giovinetta.

«Si assiste ad una “prova aperta” – è scritto nelle note di regia – alla maniera dei comici del Sogno di una notte di mezza estate, dove la celeberrima storia del Bardo prende forma e si deforma nel mescolarsi di trame, di dialetti, canti, improvvisazioni, suoni, duelli e pantomime. Shakespeare diventa, per noi, materia viva nel quale immergere le mani, per portare sul palco, attraverso il Teatro Popolare, le grandi passioni dell’uomo, le gelosie Otelliane, i pregiudizi da “Mercante”, “Tempeste” e naufragi, in una danza tra la Vita e la Morte, coltelli e veleni».

Firma i costumi dello spettacolo Antonia Munaretti, le scene Alberto Nonnato, le maschere Roberto Maria Macchi, i duelli Giorgio Sgaravatto e la consulenza musicale Veronica Canale.

Biglietti a 20 e 18 euro (con riduzioni rispettivamente a 17 e 15 euro)  e a 10 euro per gli studenti fino a 19 anni. Biglietteria del teatro aperta il martedì (orario 17.30/20), il giorno precedente lo spettacolo (orario 17.30/19.30) e quello di rappresentazione (dalle 18 a inizio spettacolo).

Informazioni: Biglietteria Teatro Valle 071/7451020; Comune di Chiaravalle, Ufficio Cultura 071 9499266, Call center dello Spettacolo delle Marche tel. 071/2133600 e AMAT tel. 071/2072439www.amatmarche.net.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it