Un alunno del Panzini conquista a Torino il primo premio a “Gelato giovani”

Un alunno del Panzini conquista a Torino il primo premio a “Gelato giovani”

di SIMONETTA SAGRATI

SENIGALLIA – A Torino, presso l’Istituto Alberghiero “Colombatto”, si è svolta la seconda edizione del “Premio Gelato Giovani”, ideato e organizzato dall’Associazione Pièce, un’associazione che  si prefigge di promuovere e divulgare la cultura e l’arte della pasticceria, cioccolateria e gelateria italiane e di favorire la formazione e il lavoro di giovani “professionisti in divenire” in questi settori ponendosi anche al fianco della formazione scolastica e offrendo a docenti e allievi opportunità di confronto e apprendimento.

Il premio, la cui direzione tecnica era affidata ad Alberto Marchetti e Alessandro Racca e che poteva contare su una giuria stellare composta da professionisti prestigiosi, ha visto confrontarsi undici ragazzi provenienti da ogni parte d’Italia.

Il vincitore della II edizione del Premio Gelato Giovani è stato Luca Marcantognini,  classe 5 B cucina, dell’I.I.S. “A. Panzini” di Senigallia; a lui va un corso “one on one” presso Carpigiani Gelato University, oltre alla coppa conferita da Pièce e a libri di Chiriotti Editori; al suo insegnante Ennio Mencarelli, docente di pasticceria, un seminario offerto da IFSE; alla sua scuola, una macchina Carpigiani in comodato d’uso gratuito per un anno, oltre a consistenti buoni acquisto e fornitura di prodotti.

Il tema del concorso era la nocciola gentile del Piemonte e i concorrenti dovevano creare un gelato con la nocciola abbinata ad un prodotto del proprio territorio.

Luca Marcantognini vince il primo premio con “La gentile nelle Marche”, un abbinamento della nocciola con la Visciola, sia all’interno del gelato sia all’esterno con un bicchierino di Elisir di Visciola che lui ha portato direttamente da casa, perché nella sua famiglia per tradizione si tramanda da padre in figlio la preparazione della Visciola e del suo Elisir.

Molto soddisfatto il professor Ennio Mencarelli che nel ritirare il premio, dopo aver ringraziato per il suo supporto Martino Liuzzi esperto gelatiere, ha voluto sottolineare la bravura del suo alunno che è stato selezionato in base al suo profitto scolastico, media del 9, e che è riuscito ha fondere nel suo lavoro le sue competenze, i consigli dei suoi docenti e la appartenenza al suo territorio. Già nell’edizione del 2016 un altro alunno del prof Mencarelli, Lorenzo Pennacchioni, aveva vinto il primo premio, a dimostrazione della qualità dell’insegnamento che il Panzini offre ai suoi alunni.

I complimenti a Luca e al prof Mencarelli da parte del Dirigente Scolastico e di tutta la famiglia del Panzini.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it