Stalker arrestato a Marotta, era appena arrivato dal Lussemburgo per vendicarsi dell’ex moglie e della figlia

Stalker arrestato a Marotta, era appena arrivato dal Lussemburgo per vendicarsi dell’ex moglie e della figlia

Nella sua auto i carabinieri hanno rinvenuto anche due taniche di benzina e gasolio

MAROTTA – Un uomo di 46 anni, originario di Sassoferrato, da diversi anni residente in Lussemburgo, è stato arrestato in un albergo di Marotta con l’accusa di atti persecutori e danneggiamento.

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Pesaro, ravvisandone la pericolosità, ha poi confermato la custodia cautelare in carcere.

L’uomo, rientrato dal Lussemburgo, aveva minacciato la moglie ed altri parenti in quanto, secondo ciò che ha poi dichiarato ai carabinieri, non gli consentivano di avvicinarsi alla figlia.

L’arresto del quarantaseienne è avvenuto dopo che, armato di una mazza e urlando frasi sconclusionate, era entrato nel negozio di abbigliamento di Marotta dove lavora la figlia, colpendo anche un manichino (nella foto).

Subito dopo il quarantaseienne è stato rintracciato in un albergo di Marotta ed arrestato dai carabinieri.

Secondo indicazioni l’uomo è stato anche trovato in possesso di alcuni grammi di marijuana. Inoltre nel bagagliaio della sua auto i carabinieri, nel corso di una perquisizione, hanno rinvenuto due taniche di benzina e gasolio che, secondo quanto dichiarato agli stessi militari, gli sarebbero servite per attuare la sua vendetta.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it