Sorvegliato speciale residente a Corinaldo arrestato dai carabinieri per violazione degli obblighi previsti dal codice antimafia

Sorvegliato speciale residente a Corinaldo arrestato dai carabinieri per violazione degli obblighi previsti dal codice antimafia

CORINALDO – I Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un 44enne, originario della provincia di Milano e residente a Corinaldo, sottoposto alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di residenza.

I militari gli hanno contestato il reato di “violazione degli obblighi della sorveglianza speciale” previsto dal codice antimafia. L’uomo era sottoposto alla misura di prevenzione dal dicembre 2018 dopo aver scontato un pena detentiva per reati in materia di sostanze stupefacenti.

Giovedì pomeriggio, una pattuglia della Stazione di Corinaldo, nel corso di un normale servizio di controllo al circolazione stradale, sulla Strada provinciale Corinaldese all’altezza della località Brugnetto, ha intimato l’alt ad una Fiat Grande Punto, condotta da una donna che procedeva in direzione di Senigallia. Al suo fianco, sul lato passeggero, era seduto il 44enne, conosciuto dai militari operanti. Le immediate verifiche attraverso i terminali hanno consentito di accertare che lo stesso si era allontanato senza autorizzazione dal Comune di Corinaldo nonostante fosse sottoposto dal mese di dicembre scorso, al soggiorno obbligatorio per tre anni, in esecuzione di un provvedimento emesso dal Tribunale di Ancona.

L’uomo è stato dichiarato in arresto ed ha trascorso la notte ai domiciliari. Questa mattina, il Tribunale di Ancona ha convalidato l’arresto applicando la misura cautelare dell’obbligo di firma giornaliero. Il processo è stato fissato il prossimo 19 marzo.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.laltrogiornale.it